Advertisement

La prima pausa internazionale è probabilmente il primo momento durante il quale ci si può fare una prima idea su come si stanno comportanto le squadre. Vi presentiamo pertanto le nostre analisi delle 12 squadre di National League.

Oggi è il turno del…

GINEVRA SERVETTE HC

“Lentamente le Aquile stanno tornando a volare!”

Un solo uomo, ancor più se è l’allenatore, non fa una squadra. Ma è inutile girarci intorno… c’era davvero tanta curiosità attorno al Ginevra Servette alla vigilia di questa stagione. Soprattutto per il ritorno in panchina di Chris McSorley.

In tal senso, si può affermare che il suo ritorno ha certamente fatto del bene!

Advertisement

Le Aquile infatti, pur se con rare eccezioni, sono tornate a mettere in mostra quello spirito combattivo che le aveva sempre contraddistinte durante la precedente era McSorley. Ci vorrà evidentemente del tempo prima che tutto torni come prima… o forse anche meglio di prima. Ma ci sentiamo di affermare che, lentamente, le Aquile stanno tornando.

Fino ad ora i risultati sono stati grosso modo in linea con le aspettative della vigilia della stagione. Ma vanno presi con le pinze.

Crediamo infatti che, in primis, l’importante era tornare a far affezionare i tifosi alla squadra e tornare a fornire prestazioni da coltello tra i denti. E non era facile considerate le circostanze (vedi anche la sfortuna degli infortuni occorsi immediatamente a Bouma e Wingels). Ma la squadra, almeno parzialmente, ce l’ha fatta.

Pertanto, ben tornato Ginevra Servette!

COSA HA FUNZIONATO

Lo spirito combattivo

A parte alcune eccezioni, specie nelle ultime partite prima della pausa, il Ginevra Servette, indipendentemente dai risultati ottenuti, è tornato a mettere in mostra quello spirito combattivo che aveva contraddistinto la prima era McSorley. E questo è un bene. Le Aquile si erano sempre dimostrate una brutta gatta da pelare proprio per il loro hockey molto fisico e fatto di ripartenze. Un hockey prettamente Canadese. Piaccia o no, era un marchio di fabbrica del Ginevra Servette. Che la scorsa stagione era andato un po’ perso ed ora sembra essere tornato.

Il rendimento casalingo

Il Ginevra Servette ha conquistato 23 punti in 10 partite giocate alla Patinoire les Vernets ed ha attualmente il miglior rendimento casalingo della National League (anche se, per media punti, Berna e Lugano hanno fatto meglio). I boys di McSorley ad ogni modo hanno saputo trarre grande profitto dalle partite giocate di fronte ai loro tifosi. È vero che a volte tutti gli episodi sono girati a favore… Ed è pure vero che a volte la squadra è stata un po’ fortunata… Ma la fortuna, bisogna andare a cercarsela. Ed aiuta gli audaci!

Gli ingaggi

Il Ginevra Servette ha un’ottima efficenza agli ingaggi. Di fatto, la terza migliore della lega dopo ZSC Lions e Friborgo Gottéron. È inutile sottolineare quanto è importante essere abili in questo esercizio. Un’alta percentuale di ingaggi vinti infatti, ti permette di risparmiare quelle energie necessarie per rientrare in possesso del disco. Senza dimenticare che, specie nei playoffs, questi possono essere dettagli che fanno la differenza. Ed allora in tal senso, le Aquile sono davvero ben messe. Basti pensare che tutti e quattro i giocatori che si presentano regolarmente agli ingaggi – Richard, Romy, Almond e Berthon – hanno percentuali superiori al 50.0%. Addirittura Tanner Richard ha una percentuale del 60.9% di ingaggi vinti!

COSA NON HA FUNZIONATO

Il rendimento esterno

6 partite esterne, 6 sconfitte. 0 punti. 9 gol fatti, 25 gol subìti. In altre parole, il Ginevra Servette ha il peggior rendimento esterno della lega con il Rapperswil. I boys di McSorley sono ancora alla ricerca dell’assetto ideale e sembrano pagare a caro prezzo questo fattore fuori casa. Poi certo, contrariamente a quanto successo a les Vernets, fuori casa a volte gli episodi sono stati contrari. Tuttavia, per qualificarsi ai playoffs il rendimento esterno deve assolutamente migliorare.

La condizione fisica

Il Ginevra Servette fino ad ora è stato sfortunato con gli infortuni… vedi specialmente quelli capitati a Tommy Wingels e Lance Bouma ad inizio stagione che hanno costretto la società ad andare alla ricerca di due nuovi stranieri. Ma complessivamente, la squadra sembra non essere ancora in piena forma. La pausa insomma in tal senso, è manna dal cielo per recuperare le forze.

La mancanza di continuità

Come abbiamo già avuto modo di dire, sarebbe stato difficile immaginare il Ginevra Servette continuo sin da subìto. Tuttavia, le Aquile mancano davvero dannatamente di continuità. Non solo tra una partita e l’altra, ma anche sull’arco dei 60 minuti di gioco. Raramente il Ginevra Servette ha giocato male una partita per 60 minuti… ma altrettanto raramente, indipendentemente dai risultati, il Ginevra Servette ha giocato bene una partita per 60 minuti. Una maggior continuità, aiuterebbe anche a generare confidenza nei propri mezzi.

IL GIOCATORE PIÙ IN FORMA

Henrik Tömmernes

La scorsa stagione, Henrik Tömmernes era una sorta di oggetto misterioso… potenzialmente, era l’acquisto migliore di tutta la National League. In realtà invece, si è perso pure lui per la maggior parte della stagione nel marasma generale. Quest’anno invece, il difensore Svedese ha fatto capire perché durante l’estate del 2017 c’erano praticamente tutti i più grandi club Europei su di lui! Un difensore impressionante, un pilastro della squadra. Sia in fase difensiva che offensiva.

LA SORPRESA

Floran Douay

Floran Douay a nostro avviso è davvero una bella sorpresa. O meglio, finalmente è sbocciato! Chris McSorley gli da molta fiducia e lui lo sta ripagando alla grande. Ci mette sempre anima e cuore in ogni cambio e riesce pure a farsi notare sul tabellino dei marcatori di tanto in tanto. Se continua così, potrà avere un ruolo sempre più importante a Ginevra.

STATISTICHE

Gol Segnati & Gol Subìti (rispetto alla media di NL)

Il Ginevra Servette ha segnato 40 gol fino ad ora ed ha solamente l’8° attacco della National League anche se il dato è nella media. Sono troppi invece, i 47 gol subìti… il dato è superiore alla media della lega ma va preso con le pinze. Le Aquile infatti, hanno subìto 2.2 gol in media durante le prime 12 partite ed hanno invece subìto 5.0 gol in media durante le ultime 4 partite. Sintomo che la squadra era ultimamente stanca.

Andiamo a vedere come sono state distribuite queste reti sull’arco della partita.

Gol Segnati & Gol Subìti per 10’

Il Ginevra Servette subìsce tendenzialmente più gol con l’andare della partita. Questo grafico è tuttavia piuttosto interessante… da una parte dimostra come i boys di McSorley possono (devono) migliorare la loro forma fisica. Dall’altra tuttavia, dimostra il carattere dei giocatori. I quali infatti, hanno un picco di gol segnati negli ultimi 10 minuti di gioco. La clamorosa ultima rimonta sull’Ambrì-Piotta insomma, non è stata del tutto casuale.

Tiri in Porta & Tiri Subìti in Porta

Il numero di tiri in porta del Ginevra Servette è nella media con le squadre della National League. Il numero di tiri subìti invece è inferiore alla media e questo dato è certamente positivo. Di fatto, solamente Bienne (461), Zurigo (428), Berna (418) e Langnau (402) subìscono meno tiri in porta.

Andiamo a vedere come sono stati distribuiti i tiri sull’arco dei tre periodi di gioco.

Tiri in Porta & Tiri Subìti in Porta per periodo di gioco

Questo grafico sembra dimostrarci ancora una volta come la condizione fisica delle Aquile ancora non sia impeccabile. Il Ginevra Servette infatti, tendenzialmente tira più dei suoi avversari durante il primo periodo di gioco. Ma poi, sono più i tiri subìti.

Percentuale Realizzativa & Percentuale Parate

Percentuale Realizzativa

La percentuale realizzativa del Ginevra Servette è inferiore alla media della lega e di fatto è la 9a della National League. Solamente Zurigo (7.2%), Davos (6.5%) e Rapperswil (4.6%) hanno una percentuale realizzativa inferiore.

Percentuale Parate

La percentuale complessiva di parate dei portieri è inferiore a quella della media di National League. Quì bisogna tuttavia sottolineare come Gauthier Descloux (93.1%) sia in grandissima forma… mentre Robert Mayer (87.3%) sia ancora alla ricerca della sua forma migliore. Fino ad ora tuttavia, Chris McSorley ha fatto girare regolarmente i suoi portieri. 10 partite per Descloux, 8 per Mayer.

Power-Play & Penalty-Killing

Power-Play

Il power-play del Ginevra Servette è decente ed è il 6° migliore della National League. Tuttavia, a nostro parere manca un secondo quintetto che possa fare la differenza.

Penalty-Killing

Il box play del Ginevra Servette è invece il peggiore in assoluto della National League. Anche se tuttavia, bisogna precisare che il rendimento in inferiorità numerica delle Aquile è calato drasticamente nelle ultime partite causa stanchezza… Durante le prime 12 partite di campionato infatti, i boys di McSorley avevano un’efficacia dell’87.1%. Che di fatto, sarebbe il secondo migliore della lega.

CORSI Index & PDO

CORSI Index (PP, PK, Inclusi)

L’indice Corsi del Ginevra Servette è piuttosto alto. Di fatto, è il 4° più alto della National League. In altre parole, solamente Berna (54.8%), Langnau (54.2%) e Bienne (52.7%) hanno fatto registrare fino ad ora un possesso del disco maggiore.

PDO

Il PDO del Ginevra Servette è del 98.3… e potrebbe leggermente migliorare. Nell’insieme tuttavia, la squadra ottiene quanto merita basandosi su questa statistica.

IL FUTURO…

Il Ginevra Servette è grosso modo dove doveva essere a questo punto della stagione. Ma ci sono diversi motivi per essere ottimisti.

Va fatta la premessa che la squadra si è trovata a fare a meno di Loeffel, Da Costa e Riat in una volta sola. Pertanto, ha meno qualità rispetto alla scorsa stagione. Anche se va detto, che ora la 4a linea è molto più efficace.

Detto questo…

Anzitutto, le Aquile hanno ampi margini di miglioramento. E quando la condizione fisica sarà migliore, siamo certi che i risultati miglioreranno di conseguenza. Ma poi, soprattutto, la squadra è tornata a fornire alcune prestazioni di quelle che tanto piacciono ai tifosi. Prestazioni fatte di spirito di sacrificio, carattere e spirito combattivo!

Il Ginevra Servette ha tutto ciò che serve per lottare per un posto nei playoffs fino alla fine. E siamo certi che, se la squadra sarà tra le prime otto, nessuno vorrà affrontarla nei quarti di finale.

Chris McSorley ha dimostrato di avere ancora il fuoco sacro dentro ed i giocatori sembrano volerlo seguire… insomma, occhio!

Buona continuazione di stagione, Ginevra Servette!

Advertisement