6a Settimana – 22.10.2018 – 28.10.2018

Vediamo quali sono i nostri TOP & FLOP della prima settimana!


LA SQUADRA DELLA SETTIMANA

Il Friborgo Gottéron ha vinto 2 partite su 3 questa settimana. Dapprima ha battuto in rimonta per 3-2 l’Ambrì-Piotta in casa dopo supplementari. Poi ha perso 6-2 a Berna ma appena 24 ore dopo ha fornito la miglior prestazione stagionale e si è imposto sugli stessi Orsi per 3-0!

Sono diversi i motivi per cui, a nostro parere, il Friborgo Gottéron è la squadra della settimana.

In primis, i Dragoni hanno giocato un’ottima partita contro l’Ambrì-Piotta. Sotto di 2 reti dopo meno di 10 minuti di gioco, i boys di Mark French hanno reagito ed hanno praticamente dominato il resto della partita. Hanno rimontato e poi hanno conquistato il punto extra durante il tempo supplementare.

In segundis, il Gottéron ha fornito quella che è stata la loro miglior prestazione stagionale Sabato sera contro il Berna. La partita giocata dai Dragoni alla BCF Arena Sabato sera è stata impressionante per solidità difensiva, determinazione e attitudine.

In tertiis, per finire, vogliamo proprio rimanere alla partita di Sabato sera. Il Gottéron aveva perso 6-2 appena 24 ore prima alla PostFinance Arena… poteva essere un brutto colpo. Ed invece, ha reagito alla grande ed ha dominato la squadra più forte del campionato! A tal proposito, vale la pena sottolineare l’azzardo di Mark French… l’allenatore infatti, il Venerdì sera a Berna sul risultato di 4-2 in favore dei padroni di casa alla fine del secondo periodo, ha sostituito Berra con Waeber. Un segnale di come volesse risparmiare energie in vista della rivincita a 24 ore di distanza. Lo ha pure ammesso dopo la partita. Con il senno di poi… beh, ci ha visto giusto!

Certo, se poi il Gottéron avesse giocato male e perso il Sabato sera, il caro Mark avrebbe fatto la figura dell’asino… ma invece è andata bene. Ed a nostro parere, è un segnale che l’allenatore Canadese crede ciecamente nelle potenzialità della sua squadra!

Insomma, ragazzi. Che bel Friborgo Gottéron! Dopo un inizio di campionato piuttosto complicato, i Dragoni si sono ripresi alla grande e sono tra le squadre più in forma del campionato. Mettono in mostra una solidità difensiva impressionante… anche in inferiorità numerica. Possono contare su un grande portiere e sono davvero determinatissimi. È un piacere vederli giocare!

Tutto bene dunque?! No, beh… la precisione sotto porta può e deve aumentare. La squadra deve diventare più continua sull’arco dei 60 minuti. Senza dimenticare che il power-play, contrariamente a quello che il 19.05% di efficacia potrebbe far pensare, può e DEVE migliorare parecchio.

Ma nell’insieme, questa squadra sta crescendo davvero bene. E potrebbe rivelarsi una piacevole sorpresa sul lungo termine!

Bravo, Gottéron!

LE TRE STELLE DELLA SETTIMANA

Elvis Merzlikins (HC Lugano)

Il Lugano ha perso Martedì sera in casa contro lo Zugo per 0-1… ma poi ha raggiunto il suo obiettivo conquistando 6 punti su 6 nel fine settimana contro il Davos. Due vittorie che sono manna dal cielo per il morale dei giocatori!

Non giriamoci tanto intorno però… le prestazioni della squadra sono state appena sufficienti. Era forse anche impossibile pensare / sperare il contrario. Ed allora, un ruolo chiave l’ha giocato Elvis Merzlikins. Il quale, per l’ennesima volta, ha dimostrato di essere il miglior portiere di National League!

Contro lo Zugo ci ha messo più di una pezza… contro il Davos Venerdì sera non ha avuto moltissimo da fare ma si è sempre fatto trovare pronto. Sabato sera poi, ancora contro il Davos, la sua prestazione è stata a dir poco straordinaria!

Uscire da un periodo di crisi di risultati è sempre dannatamente complicato. Specie perché viene a mancare la fiducia nei propri mezzi. Tuttavia, quando una squadra può contare su un portiere come Elvis, il compito è leggermente agevolato. In quanto l’estroverso estremo difensore Bianconero, è capace di trasmettere un’immensa fiducia a tutti i suoi compagni grazie alle sue prestazioni!

Harri Pesonen (SCL Tigers)

Il Langnau ha vissuto un’ennesima settimana ricca di soddisfazioni. I Tigrotti infatti hanno dapprima battuto per 4-3 il Losanna in casa ed in seguito sono andati a Ginevra Servette ad imporsi per 6-2, mettendo così fine all’imbattibilità casalinga delle Aquile!

Tra i grandi protagonisti, ancora una volta, Harri Pesonen. L’attaccante Finlandese ex Losanna, arrivato la scorsa estate tra i mugugni del pubblico, è davvero in grandissima forma! È un vero e proprio trascinatore… aumenta il livello di chi è in linea con lui. Fa punti e ne fa fare ai suoi compagni. Non per niente è il Top Scorer della squadra!

Questa settimana Harri ha dapprima “purgato” due volte i suoi ex compagni di squadra del Losanna e per non farsi mancare nulla ha pure servito l’assist a Gustafsson per il gol d’apertura. In seguito, a Ginevra, è stato tra i grandi protagonisti ed ha messo a referto ben 3 assist!

Insomma, più passano le partite e più ci si rende contro che Harri Pesonen è il giocatore giusto al posto giusto per la squadra guidata da Heinz Ehlers. E più passano le partite, e più ci si rende contro che il Langnau è davvero una bella squadra!

Joël Vermin (Losanna HC)

Il Losanna era ormai sull’orlo del precipizio… e la sconfitta rimediata Martedì sera a Langnau sembrava essere stata il colpo del KO. Poi però, un po’ dal nulla, i Vodesi hanno fornito due ottime prestazioni contro il Bienne e si sono permessi il lusso di battere per due volte la capolista nel giro di 24 ore grazie a prestazioni molto intelligenti.

Tra i grandi protagonisti di queste partite c’è stato Joël Vermin. A Langnau ha messo a referto un assist… A Bienne ha messo a segno il gol vittoria… E Sabato a Losanna contro gli stessi Seeländers, ha messo a segno un gol fantastico!

A parte i punti però, Joël Vermin ha fornito prestazioni davvero eccezionali.

Il Losanna, un po’ a sorpresa, ha messo in mostra durante il fine settimana un atteggiamento diverso. Le prestazioni sono state molto meno caotiche rispetto al recente passato… anche meno offensive. Ma di certo, sono state molto più intelligenti. La squadra diretta da Ville Peltonen infatti, è parsa molto tranquilla. E questo, a nostro parere, ha fatto la differenza.

E parlando di tranquillità e ritrovata sicurezza nei propri mezzi, Joël Vermin ne è stato l’immagine perfetta!

LA SORPRESA

Martin Ness (SC Rapperswil-Jona Lakers)

Il Rapperswil ha vissuto una settimana tutto sommato positiva. Dapprima ha battuto per 4-3 in casa il Ginevra Servette ed in seguito ha perso immeritatamente per 0-1, sempre in casa, contro gli ZSC Lions.

In entrambe le partite, i Lakers hanno messo in mostra un’impressionante determinazione!

Non giriamoci tanto intorno… la neo-promossa paga a caro prezzo la mancanza di qualità in confronto a tutte le altre 11 squadre di National League. Ma se parliamo della voglia di fare, non sono secondi a nessuno!

L’immagine perfetta di quanto stiamo dicendo è Martin Ness! Ci mette l’anima in ogni singolo cambio che è un piacere. Lo si vede dappertutto, e certamente non solo per il fatto che veste il casco giallo del Top Scorer… La sua grinta e determinazione potranno aiutare il Rapperswil a conquistare altri punti da quì alla fine. E chissà, magari anche a salvarsi.

LA MENZIONE SPECIALE

Viktor Stalberg (EV Zugo)

Viktor Stalberg è tornato a giocare Venerdì sera ad Ambrì dopo un’assenza per infortunio. Ed è immediatamente tornato a farsi vedere per quello che è… ossia, un fuoriclasse!

Evidentemente la sua condizione non è ancora la migliore. Ci vorrà tempo. Ma il suo passaggio per il gol del 2-2 di Sven Senteler è stato da spellarsi le mani dagli applausi. E poco importa se la difesa dell’Ambrì-Piotta era mal piazzata.

Inoltre, per non farsi mancare nulla, ha segnato il gol d’apertura sfruttando un errore del portiere avversario e, infine, ha pure segnato il rigore decisivo.

Sì, Viktor è tornato! Davvero una bella notizia per lo Zugo.

LA DELUSIONE

HC Davos

Purtroppo, per la seconda volta consecutiva, il Davos è la nostra delusione della settimana.

I boys di Del Curto hanno perso le loro due partite settimanali contro il Lugano. Ed ora la classifica piange…

Nel giro di 24 ore, gli Stambecchi hanno rimediato due sconfitte tutto sommato simili. Ossia, hanno avuto le loro occasioni per segnare… ma hanno commesso una marea di errori. Di cui alcuni in tutto e per tutto inspiegabili.

O forse non proprio inspiegabili…

Il Davos infatti, è entrato in una spirale negativa terribile. Ed è dannatamente difficile uscirne. I giocatori hanno la fiducia sotto terra… o sotto ghiaccio, fate voi. Inoltre pure la Dea Bendata sembra infischiarsene della situazione degli Stambecchi e continua a guardare deliberatamente dall’altra parte…!

Forza e coraggio, Davos!

LA DELUSIONE 2

Doppi turni tra stesse squadre…

Già siamo contrari al fatto che si giochi Venerdì & Sabato e/o Sabato& Domenica. Riteniamo infatti che le partite dovrebbero essere giocate il Martedì, il Giovedì ed il Sabato. Ma ne parleremo in un’altra occasione…

Questa volta comunque vogliamo sottolineare come non solo diverse squadre hanno giocato due partite in 24 ore. No, hanno pure dovuto giocare contro lo stesso avversario! Come nel caso di Friborgo Gottéron vs Berna, Lugano vs Davos e Losanna vs Bienne.

Capita tutti gli anni, direte voi. Vero, capita tutti gli anni. E tutti gli anni, a nostro parere, questa cosa non ha senso.

Advertisement