Advertisement

Seconda pausa internazionale della stagione… il momento ideale per prendersi il tempo di analizzare, una per una, le 10 squadre di Super League. Per capire cosa ha funzionato e cosa non ha funzionato. Per vedere il giocatore più in forma e, ovviamente, per dare un sguardo ad alcune statistiche.

GRASSHOPPER CLUB ZURIGO

A Zurigo, sponda Grasshopper, nel recente passato ogni stagione si spera che le cose vadano meglio. Si spera sempre che, finalmente, questa squadra possa tornare a recitare un ruolo da protagonista in Super League. Che torni, insomma, almeno in parte la gloriosa squadra del passato!

Ogni stagione invece, ci si rende conto che le cose vanno sempre peggio. In termini di risultati, ma non solo…

Il Letzigrund ormai viene disertato nella maggior parte delle occasioni e questa è forse la cosa più triste. Triste un po’ come questa squadra, che solamente a tratti ha dimostrato di poter essere una brutta gatta da pelare. Ma che nella maggior parte dei casi, è stata dominata dagli avversari.

Poi certo, intendiamoci. C’è ancora tutto il tempo per risalire la china. La realtà però è che sarà difficile. Non riusciamo nemmeno a credere che un cambio di allenatore sia la soluzione per resuscitare questa squadra… squadra che comunque ha pure le sue qualità.

Advertisement

COSA HA FUNZIONATO

GLI SPRAZZI DI LUCE

Molto raramente il Grasshopper ha fornito una prestazione convincente dal primo all’ultimo minuto. A tratti tuttavia, le Cavallette hanno dimostrato di poter far bene. Sia in termini di prestazioni che di attitudine. Di certo, di poter far meglio di quanto stanno facendo. I giocatori, se presi ad uno ad uno, hanno comunque una certa qualità. La speranza è che possano dimostrarlo con maggior frequenza.

IL PORTIERE

Heinz Lindner… a volte ci si chiede come farebbe il Grasshopper senza di lui. A nostro parere è tra i migliori portieri della Super League, e l’erroraccio costato lo 0-1 contro il Lugano nell’ultima partita prima della seconda pausa internazionale non ci fa cambiare idea.

IL RENDIMENTO CASALINGO

Giocare una partita al Letzigrund è una tristezza infinita… tutti quei seggiolini vuoti fanno davvero piangere il cuore. Tuttavia le Cavallette quando giocano in casa hanno ottenuto risultati discreti. 5 partite, e 9 punti conquistati. 3 vittorie e 2 sconfitte. Di fatto, le Cavallette hanno il 4° miglior rendimento casalingo della Super League. Questo è qualcosa su cui non sputare sopra e che tutto sommato deve far guardare al futuro con ottimismo.

COSA NON HA FUNZIONATO

LE PRESTAZIONI

Complessivamente le prestazioni del Grasshopper sono state insufficienti. Troppo spesso la squadra diretta da Fink è stata dominata dagli avversari. Troppo spesso le Cavallette non hanno dato l’impressione di poter vincere. Troppo spesso la squadra è stata in balìa degli eventi senza riuscire a cavare un ragno dal buco. Di fatto, la stragrande maggioranza dei giocatori sta fornendo prestazioni al di sotto del potenziale. Suvvia, si può fare meglio di così!

L’ATTACCO

Il Grasshopper ha segnato 13 reti ed ha il secondo peggior attacco del campionato. Il problema tuttavia, non è tanto la poca precisione dei giocatori sotto porta. La realtà è che le Cavallette faticano dannatamente a crearsi occasioni da rete! La maggior parte delle occasioni arriva grazie a spunti individuali di questo o quel giocatore… e sono generalmente davvero troppo poche.

GLI ERRORI

Errori, errori e ancora errori. Troppi. Sia individuali che di squadra. Il Grasshopper troppo spesso facilita la vita agli avversari commettendo errori macroscopici. A volta quasi anche inspiegabili. Thorsten Fink è un ottimo allenatore. Esperto e che ha già dimostrato in passato di poter far bene in altre piazze. Il problema è evidentemente nella testa dei giocatori… il problema è che quando si entra in una spirale negativa è dannatamente difficile uscirne. Servirebbe serenità… ma è dura.

LE PRESTAZIONI IN TRASFERTA

Il Grasshopper fuori casa è un mezzo disastro… 5 partite, 1 pareggio e 4 sconfitte. Di fatto le Cavallette sono l’unica squadra di Super League che non ha ancora conquistato una vittoria fuori casa. Ed abbiamo detto tutto.

IL GIOCATORE “ON FIRE”

Heinz Lindner

Heinz Lindner lo abbiamo già nominato ed a nostro parere è davvero l’uomo in più delle Cavallette. Uno dei migliori portieri in Super League. Il portiere Austriaco non è immune all’errore, anzi… ma le sue prestazioni sono sempre almeno buone e soprattutto costanti. Un punto di riferimento che da sicurezza. O meglio, dovrebbe…

STATISTICHE

CLASSIFICA

RSL table

Il Grasshopper è attualmente al 9° posto in classifica con 1 solo punto di vantaggio sul Neuchâtel Xamax fanalino di coda. La posizione attuale vorrebbe dire “spareggio” contro la seconda della Challenge League. Le Cavallette dovranno fare molto meglio per evitare di finire la stagione in uno degli ultimi due posti. E dovranno fare molto, ma MOLTO, meglio per finire a metà classifica. Poi certo, tutto può cambiare in un amen.

GOL SEGNATI & GOL SUBÌTI

Grasshopper Club Zürich goals for and goals against

Il Grasshopper ha segnato 13 gol (secondo peggior attacco del campionato) e ne ha subìti 19 (4a peggior difesa della lega). I numeri sono impietosi e ben riflettono l’attuale posizione di classifica.

PERCENTUALE REALIZZATIVA & PERCENTUALE PARATE

Grasshopper Club Zürich conversion rate and saving percentage

Percentuale realizzativa

Il Grasshopper ha una percentuale realizzativa del 29.5%… Di fatto, la terza più bassa della Super League. Solamente San Gallo (28.8%) e Zurigo (21.7%) hanno fatto peggio. Questo dato ben rispecchia la totale mancanza di fiducia dei giocatori. Forza e coraggio!

Percentuale parate

La percentuale di parate è del 68.9% ed è la quarta migliore del campionato alle spalle di Zurigo, Lucerna e Young Boys. Considerando la situazione attuale della squadra, questo dato è impressionante. Heinz Lindner sembra vivere in un mondo a sé…

GOL SEGNATI PER 15′

Grasshopper Club Zürich goals for and goals against per 15

Viene da chiedersi se il Grasshopper non ha pure un problema di condizione fisica. O un problema di mancanza di concentrazione. O un problema di mancanza di fiducia nei propri mezzi. Realisticamente, è probabilmente l’insieme delle tre cose. Sono davvero troppe le reti concesse nel secondo tempo. E dire che, tendenzialmente, alla pausa il Grasshopper è ancora in partita.

TIRI & TIRI IN PORTA

Grasshopper Club Zürich shots and shots on target

Il Grasshopper tira poco, molto poco. Solamente il Neuchâtel Xamax tira di meno in Super League. Un dato positivo tuttavia c’è… ossia, la precisione di tiro (rapporto tiri / tiri in porta) che è del 43.1% ed è la seconda più alta della lega dietro allo Young Boys. Poi certo, questo dato dimostra anche la mancanza di fiducia dei giocatori. Vale a dire, i giocatori raramente cercano giocate ad effetto ma tirano in porta unicamente quando sono quasi certi di centrare lo specchio.

TIRI SUBÌTI & TIRI SUBÌTI IN PORTA

Grasshopper Club Zürich shots faced and shots on target faced

II Grasshopper subìsce troppi tiri in porta. Addirittura più del Neuchâtel Xamax… in altre parole, le Cavallette in tal senso sono la peggior squadra della Super League. Cifre impietose.

POSSESSO PALLA MEDIO

Grasshopper Club Zürich ball possession

Il Grasshopper ha un possesso palla medio del 49.3%. Ma questo non è certo il problema. Il problema, lo troviamo nella statistica successiva…

INDICE CORSI


Corsi Index = Rapporto tra (Tiri in porta + Tiri mancati + Tiri bloccati dall’avversario) e (Tiri subìti in porta + Tiri mancati avversario + Tiri bloccati).


Grasshopper Club Zürich corsi index

Il Grasshopper infatti, ha il secondo peggior indice Corsi della Super League. Ossia, è la seconda squadra più dominata in Svizzera. Solamente il Neuchâtel Xamax fa peggio… e questo è un grande problema.

POTENZIALE PIAZZAMENTO FINALE

Guardando alla classifica, il Grasshopper è a soli 6 punti di distanza dallo Zurigo attualmente secondo… insomma, la classifica non è poi nemmeno tanto male e c’è la possibilità di risalire.

Guardando alle prestazioni della squadra invece, viene da pensare che è meglio fare in fretta sufficienti punti per evitare la relegazione che mai come quest’anno rischia di diventare davvero un tema.

Sarebbe un disastro. O forse no… forse sarebbe l’occasione davvero per ripartire. Come hanno dimostrato i cugini dello Zurigo.

La realtà è che è triste vedere una squadra tanto storica e di successo nei bassi fondi della classifica. Ed allora… auguri!

Buona continuazione, Grasshopper!

Advertisement