Advertisement

Seconda pausa internazionale della stagione… il momento ideale per prendersi il tempo di analizzare, una per una, le 10 squadre di Super League. Per capire cosa ha funzionato e cosa non ha funzionato. Per vedere il giocatore più in forma e, ovviamente, per dare un sguardo ad alcune statistiche.

FC SAN GALLO

Come sempre le aspettative a San Gallo erano alte alla vigila della stagione. Giustamente? Ingiustamente? Chissà… del resto, questo è il prezzo da pagare per questa storica società con una base di tifosi affezionati, caldi ma anche esigenti.

Sta di fatto che questa volte le cose vanno meglio del solito. I cambiamenti, specie fuori dal rettangolo verde, della scorsa stagione sembrano dare i frutti sperati. La società è più solida e sembra meno preposta agli “scatti di nervi”.

L’allenatore, Peter Zeidler, sembra fare l’unanimità ed il suo lavoro fino ad ora è stato eccellente. Insomma, sembra esserci tutto per finalmente vivere una stagione tranquilla. E magari pure di alto livello.

COSA HA FUNZIONATO

Advertisement

IL GIOCO

Il San Gallo ha uno stile di gioco accattivante, offensivo e che talvolta è devastante per gli avversari. Quando la truppa di Zeidler pigia sul piede dell’acceleratore insomma, sono guai per tutti… La squadra della Svizzera Orientale è capace di dominare i suoi avversari e di metterli sotto grandissma pressione. Insomma, quando il San Gallo gioca bene… gioca davvero bene!

IL RENDIMENTO IN TRASFERTA

Il San Gallo ha conquistato 7 punti in 4 partite giocate in trasferta. 2 vittorie, 1 pareggio ed una sola sconfitta tra l’altro rimediata al termine di una prestazione tutto sommato discreta contro lo schiacciasassi Young Boys. La truppa di Zeidler ad ogni modo, non solo ottiene buoni risultati lontano da casa… di fatto, si dimostra anche molto propositiva e non specula unicamente sulle ripartenze. Questo è segnale di maturità, sicurezza nei propri mezzi e determinazione.

LA TRANQUILLITÀ

Non c’è maretta a San Gallo… e questa, pensando al recente passato, è una novità. C’è finalmente l’impressione che tutta la società stia remando nella stessa direzione. Sia fuori che dentro il campo da gioco. Questo si traduce in meno, passateci il termine, schizofrenia. E si traduce pure in un ambiente più compatto ed unito. Questo è un fattore che può fare miracoli a medio-lungo termine.

COSA NON HA FUNZIONATO

LA CONTINUITÀ

Il San Gallo fatica maledettamente ad essere continuo. Non solo tra una settimana e l’altra ma anche, se non soprattutto, sui 90 minuti di gioco. Spesso e volentieri i boys di Zeidler hanno giocato ottimamente per 45 minuti e malissimo per 45 minuti. E molto, ma molto raramente, sono sembrati in grado di giocare tutta una partita con costanza. Inoltre, come detto, le cose non vanno meglio tra una partita e l’altra. Volete sapere i risultati fino ad ora del San Gallo? Vittoria, sconfitta, vittoria, pareggio, sconfitta, vittoria, pareggio, sconfitta, vittoria e sconfitta. Insomma, mai due vittorie consecutive.

IL RENDIMENTO CASALINGO

Il San Gallo ha offerto proprio in casa alcune delle sue migliori prestazioni. Queste tuttavia, non si sono tramutate in risultati positivi. La squadra della Svizzera Orientale ha conquistato solamente 7 punti in 6 partite casalinghe, durante le quali ha subìto tra l’altro ben 13 reti. Troppe. Che sia la pressione? Chissà. Di certo, per sperare di terminare il campionato nelle parti alte bisogna migliorare il rendimento casalingo.

L’ATTACCO

Il San Gallo crea parecchio e spesso riesce a dominare gli avversari. Tale dominio tuttavia, non si traduce in sufficienti reti. La truppa di Zeidler ha segnato 15 gol in 10 partite ed ha solamente il 6° attacco del campionato. Ma soprattutto, necessita di troppe occasioni per riuscire a segnare. Non per niente, ha una delle percentuali realizzative più basse della lega… lo vedremo tra poco.

IL GIOCATORE “ON FIRE”

Cedric Itten

Cedric Itten è in grandissima forma! O meglio, era in grandissima forma… purtroppo la partita San Gallo vs Lugano si è rivelata essere la fine della sua stagione per infortunio. Che peccato. Cedric stava giocando alla grande, era l’attaccante del San Gallo più prolifico e quello più pericoloso. Senza dimenticare che ad ogni partita ci metteva l’anima. Mancherà tantissimo alla squadra. Ma resta lui il giocatore simbolo del San Gallo di queste prime fasi di campionato.

STATISTICHE

CLASSIFICA

Raiffeisen Super League table

Il San Gallo è attualmente al 5° posto in classifica con 14 punti. A soli 2 punti dal secondo posto ma anche con soli 5 punti di vantaggio sul fanalino di coda Neuchâtel Xamax. Per quanto visto fino ad ora, questa squadra non ha nulla a che vedere con la lotta per la retrocessione. Tuttavia, meglio tenere la guardia alta ed evitare lunghe strisce di risultati negativi. Ergo, bisogna trovare continuità.

GOL SEGNATI & GOL SUBÌTI

FC St. Gallen Goals for and goals against

Il San Gallo segna poco in rapporto a quanto creato ed ha solamente il 6° attacco del campionato. Il numero di gol segnati pertanto è leggermente al di sotto della media della Super League. Allo stesso tempo, i boys di Zeidler hanno la 4a miglior difesa del campionato ed il numero di gol subìti si può dire che è nella media della Super League.

PERCENTUALE REALIZZATIVA & PERCENTUALE PARATE

FC St. Gallen conversion rate and saving percentage

Percentuale realizzativa

Come dicevamo in precedenza, il San Gallo fatica maledettamente a segnare. Lo dimostra anche la percentuale realizzativa che è al di sotto della media di Super League. Ma c’è di più… di fatto, solamente lo Zurigo (21.7%) ha fatto registrare una percentuale realizzativa inferiore. Questo è un fattore da migliorare.

Percentuale parate

La percentuale di parate del San Gallo è nella media. Le prestazioni del portiere Dejan Stojanovic sono poco costanti… come quelle di tutta la squadra dopo tutto. L’estremo difensore degli Svizzero Orientali ad ogni modo ha talento, ed a nostro parere questa percentuale aumenterà con l’andare della stagione.

GOL SEGNATI PER 15′

FC St. Gallen goals for and goals against per 15

Il gioco voluto da Peter Zeidler è bello, accattivante e divertente per gli spettatori. Allo stesso tempo, è molto stancante… in tal senso a nostro parere va letto quel picco di gol concessi negli ultimi 15 minuti delle partite. Si può e si deve far meglio…

TIRI & TIRI IN PORTA

FC St. Gallen shots and shots on target

Il numero di tiri e tiri in porta del San Gallo è superiore a quello della media della Super League. Di fatto, il San Gallo ha tirato 149 volte come il Basilea… nessuno ha tirato di più in Super League. Allo stesso tempo, il San Gallo ha tirato 52 volte in porta… ed in questo caso ben 5 squadre hanno fatto meglio (Young Boys, Basilea, Thun e Sion). Insomma, la percentuale di precisione di tiro della truppa di Zeidler è molto bassa 34.9%. La più bassa di tutta la lega. Anche in questo caso crediamo che la stanchezza dovuta al sistema di gioco sia una causa. Ma si può fare meglio.

TIRI SUBÌTI & TIRI SUBÌTI IN PORTA

FC St. Gallen shots faced and shots on target faced

Il numero di tiri e tiri in porta subìti dal San Gallo è praticamente nella media della Super League. E questo è dovuto a nostro parere alla mancanza di continuità… quando il San Gallo non riesce ad essere dominante infatti, subìsce troppo gli avversari. Sarebbe opportuno trovare una certa stabilità nei momenti negativi delle partite.

POSSESSO PALLA MEDIO

FC St. Gallen ball possession

Il San Gallo ha un possesso palla medio del 54.6% che, di fatto, è il secondo più alto del campionato dopo lo Zurigo (55.9%). Peter Zeidler vuole che la sua squadra ha sempre in mano la partita ed il pallone… è stato accontentato.

INDICE CORSI

FC St. Gallen corsi index

Il San Gallo come detto è una squadra che sa essere molto dominante. E questa statistica lo conferma. Solamente Young Boys e Thun sono stati più dominanti del San Gallo fino ad ora. E questo promette molto bene per il futuro…

POTENZIALE PIAZZAMENTO FINALE

La Super League è dannatamente equilibrata pertanto pronosticare la posizione finale del San Gallo, così come di tutte le squadre a parte lo Young Boys, risulta quasi impossibile.

A nostro parere tuttavia, il San Gallo ha tutto per fare bene. La perdita di Cedric Itten è un bruttissimo colpo… e la speranza è che la sessione di mercato invernale possa aiutare in tal senso.

Perché se il San Gallo riuscirà ad essere più concreto sotto porta, e riuscirà a diventare appena un filino più costante, questa stagione potrà davvero regalare molte soddisfazioni. Finire il campionato tra le prime 3-4 squadre della classifica insomma, non è un utopìa.

Buona continuazione, FCSG!

Advertisement