Advertisement

Chi prenderà il posto dello Young Boys quale squadra della settimana per questa volta?

Vediamo quali sono i nostri TOP & FLOP della settimana!


LA SQUADRA DELLA SETTIMANA

La nostra rubrica TOP & FLOP non deve forzatamente premiare la squadra che ha offerto la migliore prestazione in assoluto. Anche perché se no questa rubrica diventerebbe probabilmente un’esclusiva dello Young Boys. Crediamo inoltre che a volte, certe vittorie, valgano qualcosa in più e meritano una menzione particolare.

Pertanto, il Neuchâtel Xamax è la nostra squadra della settimana!

I boys di Michel Decastel avevano tutto da perdere in questa partita contro il Lugano. Dal basso del loro ultimo posto in classifica, rischiavano seriamente di vedere i diretti avversari allontanarsi ancora di più. Era insomma una di quelle partite… da far tremare le gambe.

Advertisement

Ed invece al Neuchâtel, le gambe non sono tremate. Anzi! Sin dal calcio d’inizio infatti, i Neocastellani ci hanno messo l’anima. E, anche sfruttando la giornata negativa del Lugano, si sono conquistati una meritatissima vittoria di quelle che possono cambiare una stagione.

I giocatori evidentemente avevano il morale basso. Cinque sconfitte consecutive non si accettano a cuor leggero dopo tutto… Ed allora meritano un grande applauso per come hanno approcciato la partita! Ora la squadra si trova al 9° posto. Non è cambiato “niente”, certo. La stagione resta lunga e difficile. Ma di certo la vittoria è stata un toccasana per il morale dello Xamax.

Ben fatto!

LE TRE STELLE DELLA SETTIMANA

Yanick Brecher (FC Zurigo)

Lo Zurigo ha ottenuto in extremis un’importantissima vittoria a Sion al termine di una partita durante la quale i Vallesani si sono comunque più volte resi pericolosi.

A rispondere presente, come quasi sempre del resto, c’è stato Yanick Brecher!

Il portiere dello Zurigo si conferma, partita dopo partita, un vero punto di forza per questa squadra. A volte ha degli alti e bassi, e gli vanno perdonati. Ma complessivamente, è di certo uno dei migliori portieri della Super League!

Kevin Bua (FC Basilea)

Era dannatamente complicato per il Basilea tornare a giocare dopo l’umiliante 7-1 rimediato allo Stade de Suisse. I Rossoblù hanno reagito… hanno fornito una prestazione discreta ma soprattutto ci hanno messo tanta buona volontà.

Proprio come Kevin Bua. Il 25enne Svizzero sin dall’inizio è stato uno dei giocatori più attivi. Ed è stato ricompensato dal gol del vantaggio che ha sbloccato pure mentalmente il Basilea. La sua punzione è stata toccata o no da Ricky van Wolfswinkel? Onestamente, e detto francamente, poco importa.

Sta di fatto che Kevin Bua ha fornito una prestazione di ottimo livello.

Gerardo Seoane (BSC Young Boys)

Lo Young Boys era reduce dal 7-1 rifilato al Basilea. C’era insomma il rischio di un calo di tensione… La partita contro il San Gallo invece, ha dimostrato ancora una volta quando bravo sia Gerardo Seoane come allenatore.

Dapprima ha preparato perfettamente la squadra. Inoltre non ha lesinato a fare alcuni cambi di uomini chiave per fargli tirare il fiato. Il risultato? Lo stesso che nelle precedenti 7 partite stagionali. Vittoria e prestazione nell’insieme convincente.

Questo giovane allenatore, per quanto visto la scorsa stagione a Lucerna e per quanto visto fino ad ora a Berna, farà strada… molta strada!

LA DELUSIONE

FC Lugano

Il Lugano aveva la grande occasione di allungare sul Neuchâtel Xamax fanalino di coda. La partita insomma, non era decisiva ma certamente importante.

Partita fallita. Pazienza, capita. Quello che maggiormente ha dato fastidio ai tifosi tuttavia, è l’attitudine della squadra. I giocatori infatti, pur se sappiamo che non è così, sembravano fin quasi svogliati. Di certo sono stati dannatamente imprecisi.

È troppo presto ora guardare la classifica. Di fatto, è un’idiozia… Basti pensare che, paradossalmente e nonostante tutto, il Thun secondo in classifica dista solamente 5 punti. Un’inezia. Però resta che l’attitudine messa in mostra a Neuchâtel è stata una delusione.

Dai, Lugano!

Advertisement