Il Rapperswil è tornato dove gli compete… ed è tornato per restare!

Il Rapperswil è tornato in National League dopo tre stagioni passate nell’inferno della Lega Nazionale B. Finalmente! La piazza non sta più nella pelle e non vede l’ora che arrivi questo benedetto primo ingaggio della stagione.

La squadra inoltre, sembra non essere la classica Cenerentola di turno. I Lakers infatti la scorsa stagione non solo hanno vinto piuttosto agevolmente il campionato di LNB… non solo hanno fatto fuori il Kloten nello spareggio… ma hanno pure vinto la Coppa Svizzera! Il tutto grazie alla qualità della squadra ma anche grazie ad un’ottima organizzazione complessiva.

Certo, vuol dire tutto e niente allo stesso tempo. Ma questa squadra è tornata per restare!

L’OBIETTIVO

I playoffs. Un sogno dite voi? E chiamiamolo sogno… chiamiamolo obiettivo… chiamiamolo come diavolo volete voi. Ma il Rapperswil ha ambizioni. Inoltre, non esiste squadra al mondo che inizia le partite (o i campionati) con l’intenzione di perdere tutte le partite.

I Lakers non vogliono lasciare nulla d’intentato e nella squadra sembra regnare molta fiducia. Sarà difficilissimo prendere parte al gran ballo delle 8 elette che si sfideranno per il titolo. Questo è indubbio. Ma perché non sognare? Lo sport del resto, ci ha abituato che tutto è possibile.

Nostra previsione RS: 8°-12°

I PUNTI DI FORZA

L’entusiasmo

C’è tantissimo entusiasmo a Rapperswil, sia tra i giocatori che tra i tifosi. Quest’ultimi di fatto, hanno già dimostrato durante lo spareggio con il Kloten di essere in tutto e per tutto pronti per la National League! Detto questo, tutti noi sappiamo che l’entusiasmo è in grado, almeno inizialmente, di sopperire ad eventuali limiti tecnici. Un buon ambiente insomma, può fare miracoli. E specie all’inizio, i Lakers dovranno trarre il massimo da questo entusiasmo. Una buona prima parte di campionato darebbe tantissima fiducia alla squadra. Una fiducia che, sul lungo andare, renderebbe la squadra molto sicura di sé. E pronta a stupìre tutti.

Il sistema di gioco

Come già dimostrato durante la scorsa stagione, ed in particolar modo nello spareggio contro il Kloten, il Rapperswil ha un sistema di gioco semplice ma efficace. L’allenatore Jeff Tomlinsons si appresta ad iniziare la sua quarta stagione sulla transenna dei Sangallesi e nel tempo è riuscito a dare alla squadra una chiara identità. Siamo certo che questa identità, e solidità, possano permettere al Rapperswil di fare bene anche ad un livello superiore.

Gli stranieri

Gli stranieri sono fondamentali per una squadra di National League. E questo vale ancor di più per una squadra che, sulla carta, parte senza i favori del pronostico. La società ha ingaggiato Matt Gilroy e Casey Wellman. Due giocatori davvero molto interessanti che, grazie alla loro qualità ed esperienza, potranno aiutare parecchio il Rapperswil. Possono insomma diventare un vero punto di forza. Senza dimenticare Dion Knelsen e Jared Aulin… Hanno fatto molto bene in Lega Nazionale B. La speranza è che possano confermare il loro livello anche in National League.

I PUNTI DEBOLI

Qualità complessiva sotto la media

Inutile girarci tanto intorno… sulla carta – e lo ripetiamo, sulla carta – il Rapperswil ha qualcosa in meno rispetto ad almeno 8-9 squadre della National League. Entusiasmo, organizzazione e pure un po’ di fortuna possono sopperire per un certo periodo. Ma alla lunga, la qualità tende a prevalere. La speranza nel Canton San Gallo è che tutti possano essere sempre al 100% e che gli elementi più giovani ed inesperti possano crescere in fretta ed adattarsi a breve nella nuova realtà.

Adattamento al nuovo ruolo ed alla nuova realtà

Il Rapperswil gioca da tre stagioni in Swiss League (o Lega Nazionale B, come piace chiamarla a noi). I Lakers in queste tre stagioni hanno sempre avuto il ruolo di favorito per la vittoria del campionato, con tutti i pro ed i contro che questo comporta. Ora tutto cambia. Nel giro di pochi mesi, il Rappi deve passare da squadra che “deve” vincere a squadra che “deve” anzitutto pensare a salvarsi. In un contesto dal livello chiaramente maggiore. Non è sempre evidente fare quel “clic” mentale in tempi rapidi. In tal senso, il lavoro dell’allenatore Tomlinson e del suo staff, dei giocatori più esperti e del club, è fondamentale per avere una stagione di successo.

Rischio perdita di fiducia

In Lega Nazionale B il Rapperswil durante la stagione regolare poteva permettersi alcuni passi falsi. Di fatto la squadra era fortissima e conscia dei propri mezzi. Il che gli permetteva di gestire le inevitabili “crisi” con una certa serenità. Anche perché in molti casi, la qualità dei giocatori sopperiva al momento negativo ed era sufficiente per non incappare in lunghe serie di risultati negativi. Ora in National League tutto cambia. Squadre come Berna, ZSC Lions, Lugano… non perdonano. Il rischio è che la squadra perda fiducia nei propri mezzi. Ed in quel caso, rischia di essere davvero complicato risorgere.

IL MERCATO

A nostro parere il Rapperswil ha fatto un mercato molto intelligente. L’ossatura della squadra è stata in buona parte confermata. E gli arrivi sono molto interessanti.

Abbiamo già detto in precedenza degli arrivi di Matt Gilroy e Casey Wellman. Bei colpi per la neo-promossa. Inoltre hanno raggiunto il Canton San Gallo il difensore Timo Helbling (roccioso ed affidabile) ed i giovani Kai Schweri da Ginevra e Fabio Hollenstein di rientro in Svizzera dopo due stagioni passate nella NAHL con gli Springfield Jr. Blues. Senza dimenticare Roman Schlagenhauf da Kloten.

Insomma, in un’ossatura consolidata, i Lakers non si sono lasciati andare alle spese folli e pazze ma hanno cercato gli elementi giusti al posto giusto. Una scelta da ammirare e che dimostra pure come il club sia convinto della bontà del suo lavoro.

IL GIOCATORE CHIAVE

Melvin Nyffeler

Melvin Nyffeler è uno dei portieri più interessanti della National League. Ha passato le ultime 3 stagioni e mezza a Rapperswil e si è imposto alla grande in Lega Nazionale B. Le sue qualità sono fuori discussione e siamo certi che il numero 60 dei Lakers si adatterà senza problemi anche al massimo livello dell’hockey Svizzero. Ha già dimostrato infatti contro il Kloten nello spareggio di avere grandi doti e forza mentale. Il Rapperswil, teoricamente, sarà una squadra destinata a subìre il gioco dei suoi avversari. Melvin Nyffeler avrà dunque parecchio da fare ed a nostro parere sarà l’uomo chiave. Specie nelle serate negative.

LA POTENZIALE SORPRESA

Kay Schweri

Noi personalmente siamo grandi estimatori di Kay Schweri. Cresciuto nel Kloten, andato in Canada nel 2014 e tornato a Ginevra nel 2016 dove è rimasto fino alla fine della scorsa stagione. Siamo convinti che sia un giocatore dal valore sopra la media e siamo pronti a scommettere che a Rapperswil, dove presumibilmente avrà un ruolo importante, potrà fare il definitivo salto di qualità.

IL CALENDARIO

Spesso e volentieri, l’inizio della stagione è fondamentale. È proprio durante le prime partite che una squadra guadagna certezze e confidenza nei propri mezzi. E la fiducia, in un contesto equilibrato come di questi tempi, è un fattore che può davvero fare la differenza.

Per il Rapperswil tutte le partite potrebbero essere complicate. Ma di certo l’inizio stagione della neo-promossa si preannuncia terribile…

I Lakers infatti, dopo l’esordio in trasferta contro il Langnau, affronteranno nell’ordine: ZSC Lions in casa, Davos in trasferta, Berna in casa e Friborgo Gottéron in trasferta. Il rischio di fare pochi punti nelle prime giornate è insomma concreto.

Anche se poi certo, come abbiamo detto in precedenza, l’entusiasmo può fare miracoli ed azzerare le differenze tecniche. Specie ad inizio stagione, quando le “grandi squadre” sono ancora in rodaggio.

Buona stagione, SC Rapperwsil-Jona Lakers!

Advertisement