Advertisement

Il Lugano vuole continuare a respirare l’aria del calcio di Super League ancora a lungo.

La nostra anteprima della stagione 2018-19 del FC Lugano.

Il Lugano disputa il suo quarto campionato di fila in Super League. E considerata la ridotta disponibilità economica e la “solitudine” del Presidente Renzetti ed il suo staff, scusate se è poco…

La stagione 2018-19 si preannuncia complicata. Lo è per tutte le squadre tranne Basilea e Young Boys. Spesso la differenza tra un piazzamento Europeo e la retrocessione è questione di dettagli… Fino a poche giornate dal termine infatti, molte squadre possono sognare l’Europa facendo dovendo però anche fare attenzione a non finire in Challenge League.

Molto probabilmente sarà così anche in questa stagione. Ed il Lugano farà presumibilmente parte di questo gruppetto di squadre che fino ad almeno inizio Maggio ancora non sapranno esattamente quale potrà essere il loro destino finale.

Ed allora, auguri Bianconeri!

IL CALENDARIO

Sion in trasferta, Young Boys in casa e Lucerna in trasferta. Non si può certamente dire che il calendario sia benevolo con i boys di Guillermo Abascal.

Gli avversari vanno affrontati tutti, sia chiaro. Ma è altrettanto chiaro che iniziare conquistando punti da sempre una grande spinta al morale.

Tuttavia c’è anche qualcosa che viene in contro ai Bianconeri. Ossia il calendario delle ultime cinque giornate di campionato. Che prevede il Lugano ospitare il Lucerna, recarsi a Thun, ospitare il San Gallo, andare a Neuchâtel ed infine ospitare il Grasshopper. In altre parole, almeno sulla carta, il Lugano ha un finale di stagione con partite tutte alla portata. Il che, sia nel caso di rincorsa ad un piazzamento Europeo e sia in caso di ricerca di punti per evitare la retrocessione, può essere un vantaggio.

Poi certo… sono tutti discorsi che lasciano il tempo che trovano. Lo sappiamo.

I POSSIBILI SCENARI

Il sogno

La qualificazione per l’Europa League. Sia essa diretta, tramite qualificazioni oppure grazie alla vittoria in Coppa Svizzera. Il Lugano negli ultimi anni ci ha abituato ad essere capace di tutto ed il contrario di tutto. È insomma una squadra, passateci il termine, schizofrenica. Se i Bianconeri cresceranno con il tempo, e se riusciranno ad evitare il crescere di troppe polemiche, il sogno “Europa” non è poi irraggiungibile…

L’incubo

Advertisement

La relegazione. In Super League non si può dare mai nulla per scontato… a maggior ragione questa stagione che vede la reintroduzione dello spareggio tra la penultima della Super League e la seconda della Challenge League. Ovvio che il Lugano, sulla carta, dovrebbe riuscire a salvarsi. Ma come visto la scorsa stagione, una striscia di risultati negativi rischia di costare davvero caro. Insomma, i Bianconeri possono essere relativamente ottimisti. Ma dovranno anche rimanere con i piedi per terra ed essere pronti, se del caso, a vestire l’elmetto da guerriero. Per evitare spiacevoli sorprese.

CURIOSITÀ

Il Lugano inizia sempre con il piede sbagliato quando gioca nella massima serie…

Stagione 2015-16, prima giornata: FC San Gallo vs FC Lugano 2-0

Stagione 2016-17, prima giornata: FC Lugano vs FC Lucerna 1-2

Stagione 2017-18, prima giornata: FC Lucerna vs FC Lugano 1-0

E ancora…

Stagione 2001-02, prima giornata: BSC Young Boys vs FC Lugano 1-1

Di fatto, l’ultima vittoria del Lugano in una prima giornata del massimo campionato Svizzero, risale al 15 Luglio 2000. Quel giorno a Cornaredo, i Bianconeri ospitarono il San Gallo e si imposero per 1-0 grazie al gol segnato da Christian Gimenez al 32° minuto di gioco.

L’ultima vittoria ad un esordio in trasferta invece, risale addirittura al 27 Luglio 1994. Quel giorno, prima giornata della stagione 1994-95, i Bianconeri allora allenati da Roberto Morinini, vinsero per 1-0 a Basilea grazie al gol segnato da Giuseppe Manfreda al 74° minuto di gioco.

IL MERCATO

Arrivi: Juan Maraver (Assistante), Salah Aziz Binous (U18), Assan Ceesay (Chiasso), Tomas Cocimano (U21/2.L.i), Emerson Crepaldi (U21/2.L.i), Valon Fazliu (Rapperswil), Ákos Kecskés (Korona Kielce/POL), Edoardo Masciangelo (Piacenza/ITA/3.D.), Lucio Soldini (U18)

Partenze: Mattia Croci-Torti (Assistente/Mendrisio/1.L.), Stefano Guidotti (Chiasso), Cristian Ledesma (?), Davide Mariani (Levski Sofia/BUL), Steve Rouiller (Servette)

LA ROSA

(Fonte: RSL sito ufficiale)

1 David Da Costa GA 19.04.1986 Switzerland 0 0 0 0 0
13 Alexander Muci GA 20.11.2000 Germany 0 0 0 0 0
23 Joël Kiassumbua GA 06.04.1992 Switzerland 0 0 0 0 0
46 Noam Baumann GA 10.04.1996 Switzerland 0 0 0 0 0
76 Lucio Soldini GA 05.04.2001 Switzerland 0 0 0 0 0
4 Ákos Kecskés DE 04.01.1996 Hungary 0 0 0 0 0
5 Vladimir Golemic DE 28.06.1991 Poland 0 0 0 0 0
7 Edoardo Masciangelo DE 08.07.1996 Italy 0 0 0 0 0
12 Silvano Schäppi DE 05.02.1994 Switzerland 0 0 0 0 0
15 Eloge Yao DE 20.01.1996 Côte d’Ivoire 0 0 0 0 0
27 Jetmir Krasniqi DE 01.01.1995 Switzerland 0 0 0 0 0
28 Fulvio Sulmoni DE 04.01.1986 Switzerland 0 0 0 0 0
30 Fabio Daprelà DE 19.02.1991 Switzerland 0 0 0 0 0
35 Stanley Amuzie DE 28.02.1996 Nigeria 0 0 0 0 0
8 Valon Fazliu MI 02.02.1996 Switzerland 0 0 0 0 0
10 Mattia Bottani MI 24.05.1991 Switzerland 0 0 0 0 0
14 Jonathan Sabbatini MI 31.03.1988 Italy 0 0 0 0 0
17 Bálint Vécsei MI 13.07.1993 Hungary 0 0 0 0 0
18 Mario Piccinocchi MI 21.02.1995 Italy 0 0 0 0 0
22 Emerson Crepaldi MI 08.06.1998 Italy 0 0 0 0 0
31 Tomas Cocimano MI 31.12.1997 Switzerland 0 0 0 0 0
33 Domen Crnigoj MI 18.11.1995 Slovenia 0 0 0 0 0
34 Eris Abedini MI 29.08.1998 Switzerland 0 0 0 0 0
91 Dragan Mihajlovic MI 22.08.1991 Switzerland 0 0 0 0 0
9 Assan Ceesay AT 17.03.1994 Gambia 0 0 0 0 0
11 Carlinhos Junior AT 08.08.1994 Brazil 0 0 0 0 0
19 Alexander Gerndt AT 14.07.1986 Sweden 0 0 0 0 0
21 Marc Janko AT 25.06.1983 Austria 0 0 0 0 0
29 Salah Aziz Binous AT 04.08.2000 Switzerland 0 0 0 0 0
95 Carlo Manicone AT 26.01.1998 Italy 0 0 0 0 0
Advertisement