I nostri TOP & FLOP della Giornata 34 di SUPER LEAGUE !

0
131

Ogni settimana vi proponiamo i nostri TOP & FLOP. La squadra migliore, le nostre 3 stelle, ossia quei giocatori che in un modo o nell’altro hanno lasciato il segno, la sorpresa ed infine la delusione…

TOP

Il Basilea fornisce una grandissima prestazione ed ottiene una vittoria roboante contro i Campioni Svizzeri dello Young Boys! Pertanto, è il nostro TOP per la seconda settimana consecutiva.

Solo per darvi un’idea… era dall’11 Dicembre 2005 che il Basilea non segnava più di 4 gol allo Young Boys. Quel giorno – allo Stade de Suisse – i Rossoblù si imposero addirittura per 6-1 grazie ai gol segnati da David Degen, Boris Smiljanic, Ivan Ergic, Eduardo, Matias Delgado e Mile Sterjovski. Per i padroni di casa andò a segno solamente Mario Raimondi che segnò il temporaneo pareggio…

Una gran bella soddisfazione per i Rossoblù.

Intendiamoci. Non ripaga certo dalla mancata vittoria del Campionato. Però è stato il migliore dei modi per già lanciare una sfida in vista della prossima stagione. Una stagione che – se queste sono le premesse – già si preannuncia entusiasmante in vetta!

Non giriamoci troppo intorno. Lo Young Boys si è presentato al Sankt-Jakob Park mentalmente scarico. Ma questo non deve togliere troppi meriti al Basilea. Perché i boys di Wicky hanno fatto davvero divertire i tifosi presenti allo stadio! Hanno proposto un calcio bello, veloce, frizzante e concreto allo stesso tempo.

I tanti cambiamenti – dentro e fuori dal campo – durante la scorsa estate e durante la pausa invernale hanno richiesto tempo per essere assimilati. Questo genera rammarico. Ma noi continuiamo a credere che quando il Basilea ha fatto bene… ha fatto davvero bene. Ed ha pure fatto divertire i suoi tifosi!

Insomma, se c’era da mandare un messaggio agli avversari in vista della prossima stagione… è stato fatto. Pertanto noi, da neutrali, non vediamo l’ora che sia Luglio!

LE NOSTRE 3 STELLE DELLA SETTIMANA

Guillermo Abascal (Allenatore, FC Lugano)

Il Lugano ottiene una meritata salvezza. Ed un ruolo l’ha giocato pure il nuovo giovane allenatore Guillermo Abascal.

Contro il Losanna poteva essere una partita poco adatta ai deboli di cuore. Ed invece lui l’ha preparata alla perfezione. I Bianconeri infatti non hanno mai in nessun modo panicato ed hanno dominato i Vodesi per tutti i 90 minuti di gioco.

In campo ci vanno i giocatori, certo. Ma bravo, Guillermo! Il quale, nonostante la giovane età, è stato pure capace di fare “scelte forti”. Mariani e Sulmoni in panchina… vi dice niente?

Tra l’altro. Con Abascal in panchina, il Lugano ha conquistato in media 1.66 punti in media a partita (prima erano 1.10). Una media punti che permetterebbe attualmente al Lugano di avere 56 punti in classifica. E di essere terzo… Forse insomma, non è sbagliato parlare di qualche rimpianto!

Pascal Schürpf (FC Lucerna)

Pascal Schürpf è ormai regolarmente parte di questa nostra rubrica… ma come possiamo ignorarlo? Ancora una volta a San Gallo, si è dimostrato una macchina da gol!

Ha segnato una doppietta nella partita che ha garantito al Lucerna di finire al terzo posto in classifica. Ed ha dunque portato a quota 10 il numero di gol segnati in questa stagione in 20 presenze.

Lui… che 10 gol in stagione li aveva segnati solamente nel 2013-14 con la maglia del Vaduz. Ma in Challenge League ed in 36 presenze! Mentre il record in Super League risaliva alla stagione 2014-15 quando, sempre con la maglia del Vaduz, segnò 7 gol in 34 partite.

Insomma, è sbocciato un attaccante di grandissimo valore!

Maurizio Jacobacci (Allenatore, FC Sion)

Il Sion ha ottenuto a Zurigo contro il Grasshopper una vittoria fondamentale. Anche alla luce della sconfitta poi subìta dal Losanna Domenica pomeriggio contro il Lugano.

I Vallesani sono stati meno dominanti rispetto ad altre prestazioni del recente passato. Ma hanno messo in mostra due (quasi nuove) immense qualità che hanno fatto la differenza. Ossia una calma granitica nel gestire la partita e la precisione sotto porta.

Non era facile, visto il contesto. Pertanto, vogliamo sottolineare come Maurizio Jacobacci ed il suo staff hanno preparato perfettamente la partita dal punto di vista mentale. Hanno fatto davvero un ottimo lavoro!

MENZIONE SPECIALE

Yanich Brecher (FC Zürich)

Lo Zurigo ha ottenuto una vittoria per 1-0 a Thun al termine di una prestazione a dir poco… poco convincente.

Di fatto, grande merito per i 3 punti ottenuti va al portiere Yanick Brecher. Il quale ha compiuto alcuni interventi straordinari.

Yanick è fatto così. O fornisce prestazioni strepitose oppure incappa in giornate negative. Prendere o lasciare. A Thun comunque, è stata una giornata estremamente positiva.

LA SORPRESA

Carlo Manicone (FC Lugano)

Il Lugano ha fornito una buona prestazione contro il Losanna. Ha dominato dall’inizio alla fine. Ma il sospiro di sollievo è arrivato solo nei minuti di recupero. Quando Carlo Manicone ha sigillato i 3 punti e la salvezza.

Per lui – che ultimamente è riuscito a ritagliarsi sempre più minuti – la soddisfazione del primo gol in Super League dopo essere entrato all’80° minuto per rimpiazzare Alexander Gerndt.

Un gol pesante, molto pesante. Che parrebbe essere di buon auspicio per il futuro…

LA DELUSIONE

FC Losanna-Sport

O tutto o niente. Il Losanna era costretto a vincere a Cornaredo. Pertanto ci attendevano, indipendentemente da quello che sarebbe stato il risultato finale, una prestazione fatta di aggressività, voglia di spaccare le montagne e determinazione.

Ed invece… niente di tutto questo.

Vero che il Lugano ha fornito un’ottima prestazione. Ma i Vodesi non sono stati capace di reagire per tutto l’arco dei 90 minuti. Ed ora si trovano definitivamente con le spalle al muro.

Una sconfitta che – purtroppo per loro – sembra avere l’amaro gusto della Challenge League.

Salva

Save

Save

Save

Save

Save

Salva