I nostri TOP & FLOP della Giornata 33 di SUPER LEAGUE !

0
136

Ogni settimana vi proponiamo i nostri TOP & FLOP. La squadra migliore, le nostre 3 stelle, ossia quei giocatori che in un modo o nell’altro hanno lasciato il segno, la sorpresa ed infine la delusione…

TOP

Il Basilea ottiene il suo 10° risultato utile consecutivo (7 vittorie, 3 pareggi) grazie ad un secondo tempo giocato ad ottimi livelli!

Vero che i boys di Wicky hanno anche potuto approfittare del calo fisico del San Gallo – che nel primo tempo aveva messo in grande difficoltà i Rossoblù – ma nell’insieme la prestazione è stata davvero positiva. E non crediamo sia un caso che il Basilea abbia fornito alcune tra le migliori prestazioni stagionali da quando è ormai certo di non poter vincere il titolo.

I Renani giocano ormai a mente libera. Ed a tratti sono davvero belli da vedere!

Insomma… In noi – e nel club certamente – viene un pò di rammarico nel pensare che la Super League avrebbe potuto essere avvincente e tirata fino alla fine.

Purtroppo i numerosi cambiamenti – dapprima in Estate e poi in Inverno – hanno richiesto tempo per dare i risultati sperati. Ma a Basilea si sta già cercando di prepararsi per il prossimo campionato. Un campionato che si preannuncia davvero avvincente!

Perché lo Young Boys è forte. Forte davvero. Ma il Basilea ha intenzione di riprendersi lo scettro. E lo sta dimostrando in questa fase finale del campionato.

LE NOSTRE 3 STELLE DELLA SETTIMANA

Nicolas Hunziker (FC Thun)

Nicolas Hunziker rimpiazza Marvin Spielmann al minuto 65 della partita contro il Grasshopper. A quel punto, le Cavallette erano in vantaggio per 0-1 ed il Thun sembrava essere in debito d’ossigeno dopo aver giocato un buon primo tempo.

Beh, gli sono bastati 8 minuti per segnare il gol del pareggio (con collaborazione di un difensore degli avversari). E poi gli sono bastati altri 4 minuti per segnare un secondo gol e regalare la vittoria al Thun!

Insomma, anche da sostituto un giocatore può fare la differenza. Per informazioni, chiedete a Nicolas Hunziker. Che tra l’altro la scorsa stagione giocava nel Grasshopper…

Marco Wölfli (BSC Young Boys)

Lo Young Boys ha ormai la testa proiettata alla finale di Coppa Svizzera che giocherà contro lo Zurigo da quì a qualche settimana. A Sion non ha fornito una grandissima prestazione – eufemismo – ma è comunque riuscito a conquistare 3 punti. Grazie all’autogol di Jan Bamert…

Ma anche grazie a Marco Wölfli!

Il portiere dei Campioni Svizzeri – un pò un simbolo di questo successo – quando è stato chiamato in causa ha risposto presente! Alcune sue parate sono state strappa applausi. Ed hanno permesso allo Young Boys di non subìre gol in trasferta per la prima volta dopo la trasferta di Lucerna del 22 Ottobre 2017 quando si impose per 0-1.

Ilija Borenovic (Allenatore, FC Losanna-Sport)

La situazione a Losanna è quasi disperata. I Vodesi hanno vinto solamente 1 delle ultime 14 partite giocate. Ma quanto meno a Zurigo hanno messo fine ad una serie di 5 sconfitte consecutive.

La prestazione del Losanna non è stata male. Ma la mancanza di fiducia nei propri mezzi impedisce ai giocatori di essere determinanti.

Eppure Ilija Borenovic a modo suo ha pareggiato la partita. Tra il 64° minuto e l’84° minuto ha avuto il “coraggio” di rimpiazzare Enzo Zidane, Leandro Marín e Alexander Fransson per inserire tre giovani sbarbatelli… Andi Zeqiri, Mersim Asllani e Tiago Escorza. Beh, i tre giovani giocatori del Losanna hanno ravvivato la squadra ed hanno portato una sorta di ventata d’aria fresca. Il che gli ha permesso quanto meno di ottenere un punto cruciale.

Ilija Borenovic ha fatto una “scommessa”. E l’ha vinta.

MENZIONE SPECIALE

Pascal Schürpf (FC Lucerna)

Il Lucerna non ha certo fornito la sua miglior prestazione stagionale contro il Lugano. Anzi, di fatto nel primo tempo la squadra ha avuto tanto possesso palla che non ha portato a nulla di interessante.

Poi però c’è lui… Pascal Schürpf! Lo si è visto poco. O nulla. Eppure sul finire del primo tempo ha sbloccato il risultato. Ed ora è a quota 8 gol stagionali in 19 partite…

LA SORPRESA

Elton Monteiro (FC Losanna-Sport)

Il difensore del Losanna non è certo un goleador. Di fatto l’ultimo gol lo aveva segnato durante la stagione 2015-16, quando i Vodesi ancora giocavano in Challenge League.

Però a Zurigo si è proposto avanti diverse volte. Specie in situazioni di palla ferma. E nel finale ha segnato un gol che ha messo fine ad una serie di 5 sconfitte consecutive per la sua squadra. E di fatto, il gol è un tocca sana per il Losanna a livello mentale.

LA DELUSIONE

La mancanza di precisione del Sion

Il Sion gioca… Il Sion produce parecchio in fase offensiva… A tratti la squadra è pure bella da vedere. Non per niente i Vallesani – dall’arrivo di Jacobacci – sono la terza squadra più “dominante” di Super League (indice CORSI) dietro a Basilea e Young Boys.

Però diamine… il pallone deve entrare.

La situazione di classifica resta complicatissima. E troppo spesso negli ultimi tempi il Sion ha raccolto molto meno rispetto a quanto avrebbe meritato. Ed il problema a nostro parere è soprattutto mentale.

Per quanto complicato, ci vorrebbe una svolta.

Il Sion inoltre è la nostra delusione in quanto non ha concesso il “corridoio d’onore” ai Campioni Svizzeri dello Young Boys. Peccato.

Salva

Save

Save

Save

Save

Save

Salva