I nostri TOP & FLOP di Gara-2 dei quarti di finale dei playoffs!

0
613

Fin quando almeno 4 squadre saranno coinvolte, dopo ogni giornata di playoffs vi presentiamo quelli che secondo noi sono: “La migliore squadra”, “Le 3 stelle”, “La Menzione speciale”, “La sorpresa” ed infine “La delusione”.


GARA 2 – 13 Marzo, 2018


TOP

Il Lugano si porta sul 2-0 nella serie grazie alla bella vittoria ottenuta alla BCF Arena ed è a nostro parere la squadra TOP di gara 2 dei quarti di finale di National League!

Non giriamoci troppo intorno… I Bianconeri non sono forse la squadra più bella da vedere. Non sono la miss da guardare, ammirare ed invidiare. Eppure sono parecchio attrattivi ed hanno il loro perché. Ma soprattutto, hanno tantissimo carattere e sono dannatamente determinati!

Del resto, con tutto il rispetto ovviamente, non stiamo parlando di una sfilata di moda, ma dei playoffs di hockey su ghiaccio. Roba da duri e da gente con le palle.

I Bianconeri dunque stanno facendo davvero bene e stanno dando dimostrazione di un’unità d’intenti che fino ad ora non abbiamo ancora visto nelle altre squadre che stanno partecipando ai playoffs. Possono contare su elementi di qualità (incluso un portiere straordinario che sta stravincendo il duello con il suo rivale diretto) che fanno la differenza. E che sfruttano il grandissimo lavoro di ogni singolo elemento della squadra.

Greg Ireland ha un piano. È chiaro. Ed i giocatori lo seguono alla perfezione dando (fino ad ora) tantissime soddisfazioni sia a lui, che ai loro tifosi che a loro stessi ovviamente.

Tutto può cambiare da un momento all’altro, sia chiaro. Ed a livello di qualità pura dell’insieme della rosa, la squadra paga pegno rispetto ad altre realtà – complici anche gli infortuni… Ma chiunque vuole sollevare il trofeo tra un mesetto, sa che dovrà forzatamente fare i conti con il Lugano!

Il link al nostro Post partita di Friborgo Gottéron – HC Lugano 2-5

LE “3 STELLE” DI GARA-2

Jonas Hiller (EHC Bienne)

In quanti, #Bielievers esclusi, dopo Sabato sera hanno pensato che i Seeländers avrebbero fatto la fine del Losanna la scorsa stagione? In tantissimi, ne siamo certi.

Ed invece no. Il Bienne è tornato immediatamente a fare… beh, il Bienne. Ossia quella squadra ammirata negli ultimi mesi di Regular Season. Tra le cui fila, gioca un portiere che continua a mantenere la sua forma Olimpica!

I Seeländers hanno dominato la prima parte di partita contro il Davos e poi hanno dovuto ovviamente subìre la loro reazione. Ma nei momenti di difficoltà, Jonas Hiller si è dimostrato praticamente insuperabile.

Per avere successo nei playoffs, una buona difesa è fondamentale. Il portiere è parte integrante della difesa. Ed il Bienne in tal senso, è messo molto bene. Di fatto, non è secondo a nessuno!

Il link al nostro Post partita di HC Davos – EHC Bienne 1-3

Yanik Burren (SC Berna)

Il Berna a Ginevra ha allungato nella serie grazie ad una grande prova di squadra. E proprio nella squadra, c’è un giocatore che trova sempre più spazio. Si chiama Yanik Burren, difensore 21enne che in questa stagione ha collezionato ben 44 presenze prima dei playoffs.

A Ginevra ha segnato il suo primo gol in National League (e che gol), ma soprattutto ha fornito una prestazione superlativa!

È “solamente” l’8° difensore più utilizzato da Jalonen in questi playoffs (09:49 in media in due partite). Ma ogni volta che era sul ghiaccio lo si poteva chiaramente notare. Può diventare un serio asso nella manica nella rincorsa alla tripletta…

Il link al nostro Post partita di Ginevra Servette HC – SC Berna 2-5

Ronalds Kenins (ZSC Lions)

Lo Zurigo contro lo Zugo ha dato e ricevuto una bella lezione. In primis ha capito che se gioca come nel periodo centrale, può giocarsi le sue carte. Ma in segundis, ha capito che appena si lascia andare come nel terzo periodo… non c’è trippa per gatti. Questo è dovuto alla chiara mancanza di fiducia che la squadra continua a mostrare.

C’è però chi in questi playoffs, tra i giocatori dei Lions, dimostra molta fiducia. E costui è Ronalds Kenins! Contro lo Zugo in gara-2 ha segnato il gol del 2-0. Ma soprattutto, al momento attuale sembra il giocatore più in forma tra quelli a disposizione di Hans Kossmann!

Ottimo lavoro!

Il link al nostro Post partita di ZSC Lions – EV Zugo 5-4

MENZIONE SPECIALE

Jani Lajunen (HC Lugano)

Una squadra è composta da molti giocatori. Ci sono quelli appariscenti, coloro che mettono a referto i punti, segnano i gol e fanno parlare di sé per le giocate d’alta scuola. E poi ci sono quei giocatori meno appariscenti, che finiscono poco sul tabellino dei marcatori ma a cui un allenatore non rinuncerebbe mai.

Tra quest’ultimi, c’è sicuramente Jani Lajunen. Un giocatore che nella SM-Liiga (Finlandia) ha fatto parte negli ultimi 3 anni delle due squadre che hanno vinto il campionato. E non è certo un caso…

Il suo apporto per la squadra è impressionante. Porta talmente tanta quantità ed intensità che spaventa gli avversari. Fisicamente è inossidabile ed inamovibile ed inoltre ha un’intelligenza ed un “senso” dell’hockey che raramente si vede in un giocatore.

Clap, clap, clap!

LA SORPRESA

Fabrice Herzog (ZSC Lions)

Fabrice Herzog  è un ottimo giocatore, il cui ruolo non è certo quello del cecchino… Durante tutta la stagone di fatto, ha segnato “solamente” 7 gol in 46 partite.

Contro lo Zugo invece, si è scatenato! Ha segnato due gol nella prima mezz’ora e si è pure distinto per l’ottima precisione nelle conclusioni!

Nell’attesa che Pettersson torni ad essere quella “macchina da gol” della Regular Season, Fabrice Herzog ci ha messo una pezza. Bravo!

LA DELUSIONE

EV ZUGO

Non c’è una vera e propria delusione in questa gara-2… tutte le squadre, chi più chi meno, si meritano la sufficienza quanto meno dal punto di vista dell’attitudine.

Ed allora, noi ci sentiamo di “punire” lo Zugo.

I Tori a Zurigo hanno di fatto buttato alle ortiche un periodo (il secondo) e mezzo del primo. La squadra ha moltissima fiducia nei suoi mezzi, ma bisogna fare attenzione che questa fiducia non si trasformi in “supponenza”.

All’Hallenstadion, comunque vada, i boys di Kreis dovrebbero aver imparato la lezione!

Advertisement