BSC YOUNG BOYS – C’è tutto, ma proprio tutto, quello che ci vuole…

0
103

Finalmente torna la Super League!

Il prossimo fine settimana, le 10 squadre torneranno ad affrontarsi ed a battagliare in una seconda parte di stagione che si preannuncia appassionante.

Vediamo quanto successo nella prima parte di campionato e cerchiamo di dare una piccola occhiata al futuro. Ossia di quello che ci si può aspettare da quì alla fine della stagione.

BSC YOUNG BOYS

RINFRESCHIAMOCI LA MEMORIA…

Lo Young Boys è attualmente il primo della classe e può pensare in grande!

La truppa di Hutter ha iniziato benissimo, poi dopo l’inattesa sconfitta casalinga contro il Thun ha rallentato. Sembrava il “solito” Young Boys… Ed invece, dopo alcune partite la squadra ha ripreso a girare a pieno regime e si è conquistata il primo posto in classifica. Peccato solo che, un calo nelle prestazioni nelle ultime giornate, ha fatto venire un po’ i sudori freddi.

ANDAMENTO CLASSIFICA

A partire dalla 7° giornata lo Young Boys è saldamente primo in classifica. Nonostante nelle ultime giornate il Basilea ha recuperato terreno.

ALCUNE STATISTICHE…

Vediamo alcune statistiche della prima parte di stagione, confrontandole con la media della Super League.

TIRI & TIRI SUBÌTI

TIRI

Lo Young Boys è una squadra dominante. Tira molto di più rispetto alla media delle squadre di Super League. Di fatto, è la squadra che ha tirato di più in assoluto. Tuttavia, per tiri in porta, i boys di Hutter sono al secondo posto dietro al Basilea… Il che significa che la precisione nelle conclusioni può aumentare.

La percentuale realizzativa è invece “solo” buona ed è la terza migliore della lega.

TIRI SUBÌTI

Lo Young Boys ha subìto meno tiri e tiri in porta rispetto alla media della Super League. Tuttavia, Basilea e Zurigo hanno subìto ancora meno…

INDICE CORSI & POSSESSO PALLA

L’indice CORSI rappresenta quanto una squadra è “dominante”. È un indice che tiene in considerazione tutti i tiri, tiri in porta, tiri mancati e tiri bloccati.

Una percentuale superiore al 50% significa che la squadra è più “dominante”, e viceversa.

Lo Young Boys ha il secondo più alto possesso palla medio della Super League ed il secondo Indice CORSI più alto. L’Indice CORSI addirittura è impressionante. Significa che la squadra riesce a cavare il massimo dal suo possesso palla.

IL FUTURO

Cerchiamo ora di dare uno sguardo al futuro e vediamo cosa possiamo aspettarci. Iniziamo con i movimenti di mercato…

IL MERCATO


ARRIVI: Alexandre Letellier (Angers/FRA)

PARTENZE: Sven Joss (Thun)


COSA DEVE CONTINUARE A FUNZIONARE BENE…

La forza d’urto. Quanto lo Young Boys vuole mettere pressione sui suoi avversari, lo fa e basta. A tratti i boys di Hutter sono stati capaci di dominare letteralmente i loro avversari. Non lasciandogli nemmeno la possibilità di reagire.

Inoltre la squadra ha un attacco devastante, semplicemente il migliore della Super League. Se poi si considera che nella seconda parte di campionato lo Young Boys potrà di nuovo contare su Guillaume Hoarau a tempo pieno… beh, viene da credere che per gli avversari sarà veramente difficile mantenere la porta inviolata contro la squadra della Capitale.

COSA DEVE MIGLIORARE…

La continuità. Bisogna fare di tutto per evitare i passi falsi. Una sconfitta o un pareggio sono ammessi. Ma solamente uno!

Bisogna essere onesti. La truppa di Hutter è stata molto costante. Ha una costanza che basterebbe per vincere, se non ci fosse di mezzo il Basilea. Purtroppo però, c’è sempre l’impressione che se lo Young Boys perde una partita poi ne perderà, o quanto meno pareggerà, almeno un’altra immediatamente.

Una questione di mentalità. Su cui certamente Adi Hutter ed il suo staff avranno lavorato.

DOVE PUÒ ARRIVARE LO YOUNG BOYS…

Abbiamo sentimenti contrastanti a riguardo dello Young Boys.

Da una parte sembra esserci tutto, ma proprio tutto, per mettere finalmente fine ad un digiuno di vittorie che dura ormai da troppo tempo. La squadra è forte e completa. Non ha nulla da invidiare al Basilea per quanto concerne l’organico.

Dall’altra parte però, stiamo pur sempre parlando dello Young Boys… ossia di una squadra capace di tutto ed il contrario di tutto. Una squadra che è capace di entusiasmare così come far piangere lacrime amare ai suoi tifosi da un turno all’altro…

Il Basilea ha terminato il 2017 molto bene e promette scintille nel 2018. Ce la farà lo Young Boys finalmente ad arrivare dove vuole arrivare?

Certo che ce la può fare. Ma sarà terribilmente complicato.

Una cosa è certa. Questa seconda parte di stagione, sarà una vera e propria prova del nove. Che se verrà superata, potrebbe dare il via ad un futuro prossimo decisamente radioso! Perché siamo convinti che se i Gialloneri iniziano a vincere e riescono ad eliminare il “complesso d’inferiorità”, non si fermeranno tanto presto.

Buona fortuna per la seconda parte di stagione, Young Boys!