FC THUN – La prova del nove…

0
783

Finalmente torna la Super League!

Il prossimo fine settimana, le 10 squadre torneranno ad affrontarsi ed a battagliare in una seconda parte di stagione che si preannuncia appassionante.

Vediamo quanto successo nella prima parte di campionato e cerchiamo di dare una piccola occhiata al futuro. Ossia di quello che ci si può aspettare da quì alla fine della stagione.

FC THUN

RINFRESCHIAMOCI LA MEMORIA…

Il Thun è attualmente 8° in classifica con 4 punti di vantaggio sul fanalino di coda Sion. Tuttavia, visto l’equilibrio che regna in Super League, il 3° posto dello Zurigo dista solamente 7 punti.

Il Thun, complice anche un calendario terribile, ha avuto un inizio complicato. Ossia 3 partite e 3 sconfitte. Poi, dopo la clamorosa vittoria per 4-0 nel derby allo Stade de Suisse, la squadra ha svoltato. Come spesso è accaduto anche nel recente passato, il gioco proposto è stato piacevole e la squadra ha saputo spesso mettere in difficoltà gli avversari. È mancata un po’ di continuità, ma per il momento il Thun è in linea con l’obiettivo stagionale.

ANDAMENTO CLASSIFICA

Il trend è in leggera ascesa. Il Thun ha passato solamente un fine settimana all’ultimo posto in classifica. Allo stesso tempo però, non è mai stato sopra al 7° posto.

ALCUNE STATISTICHE…

Vediamo alcune statistiche della prima parte di stagione, confrontandole con la media della Super League.

TIRI & TIRI SUBÌTI

TIRI

Il Thun tira leggermente meno rispetto alla media delle squadre di Super League. Tuttavia, ha una percentuale realizzativa leggermente superiore alla media.

TIRI SUBÌTI

La squadra ama il gioco offensivo, niente di nuovo. Del resto, gli elementi di maggior qualità a disposizione di Schneider sono quelli con una mentalità prevalentemente offensiva. Questo però si ripercuote sul numero dei tiri subìti, che è ben al di sopra della media delle squadre di Super League.

INDICE CORSI & POSSESSO PALLA

L’indice CORSI rappresenta quanto una squadra è “dominante”. È un indice che tiene in considerazione tutti i tiri, tiri in porta, tiri mancati e tiri bloccati.

Una percentuale superiore al 50% significa che la squadra è più “dominante”, e viceversa.

Il Thun ha avuto un possesso palla medio molto vicino al 50%. Tuttavia l’indice CORSI è piuttosto basso ed è il terzo più basso delle squadre di Super League. Da una parte, il possesso palla non è dunque stato particolarmente proficuo. Dall’altra però, ci sono cose che le statistiche non dicono. Ossia che i boys di Schneider, giocando bene, hanno spesso avuto occasioni molto limpide.

IL FUTURO

Cerchiamo ora di dare uno sguardo al futuro e vediamo cosa possiamo aspettarci dal Sion. Iniziamo con il parlare del mercato…

IL MERCATO

Dati Swiss Football League

(Il mercato è ancora aperto. Queste sono invece i trasferimenti ad oggi)


ARRIVI: Sven Joss (Young Boys), Grégory Karlen (Sion), Djordje Nikolic (Schaffhausen), Dominik Schwizer (Rapperswil)

PARTENZE: Simone Rapp (Lausanne), Silvano Schäppi (Lugano)


Impossibile non cominciare parlando della partenza di Simone Rapp, ossia del Capocannoniere della Super League assieme a Jean-Pierre Nsame.

La sua sarà una perdita pesante. Il Ticinese infatti, è definitivamente esploso ed era diventato il terminale perfetto per la manovra del Thun. Rimpiazzarlo, non sarà facile.

Tra gli arrivi, da segnalare il “ritorno a casa” di Sven Joss. Inoltre l’arrivo di Grégory Karlen dal Sion, di Djordje Nikolic dal Basilea e di Dominik Schwizer dal Rapperswil.

Sven Joss, allo Young Boys aveva trovato poco spazio. Grégory Karlen è in cerca di tranquillità… Djordjie Nikolic è il portiere dell’U21 della Serbia ed arriva in prestito dal Basilea dopo aver giocato con lo Sciaffusa la prima parte di stagione. E per finire, Dominik Schwizer è la “favola”, ossia quel giocatore che fino a non poco tempo fa giocava in 2a lega…

In altre parole, il classico mercato del Thun…

COSA DEVE CONTINUARE A FUNZIONARE BENE…

Il Thun deve continuare a proporre il suo calcio. La squadra ha dimostrato di saper mettere in difficoltà chiunque grazie ad uno stile di gioco che a tratti è frizzante e bello da vedere.

Inoltre la speranza è che, nonostante la partenza di Simone Rapp, l’attacco possa continuare ad essere produttivo come lo è stato nella prima parte di stagione.

COSA DEVE MIGLIORARE…

Il Thun deve riuscire a trovare la continuità. Troppe volte infatti, indipendentemente dalla prestazione, dopo una vittoria è arrivato un pareggio o una sconfitta. Solamente due volte fino ad ora, la squadra è riuscita ad ottenere due vittorie consecutive. E questo è un fattore da migliorare per salvarsi.

Anche la difesa dovrebbe diventare più solida. In ben 13 partite su 19 infatti, il Thun ha subìto almeno 2 gol. Un po’ troppo.

DOVE PUÒ ARRIVARE IL FC THUN…

Così, di primo acchito, uno può anche pensare che questa volta il Thun non ce la farà e verrà relegato.

Certo, non sarà facile salvarsi. Anzi, sarà una faticaccia. Se poi si pensa che il capocannoniere Simone Rapp è andato a rinforzare un’avversario diretto….

Tuttavia, non è impossibile salvarsi. Anzi.

Il Thun infatti, negli anni ha sempre dimostrato di saper fare di necessità virtù. Ed anche questa volta riuscirà ad ottenere il suo obiettivo stagionale. Ossia, la salvezza. La speranza piuttosto, è quella di riuscire ad ottenerla piuttosto in fretta, perché quest’anno la lotta per il mantenimento del posto in Super League rischia di essere una vera lotteria.

Una lotteria che il Thun comunque, ha tutte le possibilità di evitare. La squadra gioca bene, ed è una buona base di partenza. Inoltre, come al solito, la tranquillità e la mancanza di frenesia attorno alla squadra, aiuteranno parecchio ad ottenere i punti chiave nei momenti chiave.

Però certo, questa stagione sarà una vera e propria prova del nove…

Buona fortuna per la seconda parte di stagione, Thun!

Advertisement