I nostri TOP & FLOP della settimana hockeystica – 08 Gen. 2018

0
540

Ogni settimana vi proponiamo i nostri TOP & FLOP. La squadra migliore, i giocatori che in un modo o nell’altro hanno lasciato il segno, la sorpresa ed infine la delusione…

TOP

Il Bienne ha iniziato il 2018 così come aveva terminato il 2017. Ossia, vincendo e convincendo!

Non abbiamo dubbi sul fatto che il Bienne sia la nostra squadra TOP della settimana. I Seeländers dapprima hanno battuto per 2-0 in casa il Friborgo Gottéron, ma il punteggio avrebbe potuto (e forse, dovuto) essere più largo. Ed in seguito, si sono imposti nettamente per 7-3 contro il Ginevra Servette.

Questi due risultati, significano che i boys di Törmanen hanno allungato a 5 il numero di successi consecutivi. E che delle ultime 13 partite, ne hanno vinte ben 11!

Numeri impressionanti. Qualche vittoria consecutiva, può essere un caso. Ma quando una squadra vince e convince per tale numero di partite, si può tranquillamente parlare di bellissima realtà.

Anche perché, al di là dei risultati, le prestazioni sono state spesso e volentieri ottime. I giocatori infatti, hanno messo in mostra una solidità difensiva ed uno spirito di squadra che promette molto bene. Per il presente, e per il futuro.

La società inoltre, viene premiata per il duro lavoro di fondo che svolge da ormai un po’ di tempo. E che continua a svolgere, come testimonia il fatto che per la prossima stagione è stato già messo sotto contratto Mike Künzle. (e pure, notizia di oggi, Michael Hügli)

Poi certo, c’è stata pure un po’ di fortuna… L’aver affidato la squadra, dopo Mike McNamara, dapprima a Steinegger e poi a Törmanen si è rivelata essere la strategia giusta. Ma questo tifo di fortuna, aiuta solamente gli audaci.

Ed il Bienne di certo, è molto audace. Bravo Seeländers, bel lavoro!

LE NOSTRE 3 STELLE DELLA SETTIMANA

Elvis Merzlikins (HC Lugano)

Il Lugano ha iniziato male l’anno andando a perdere a Zurigo per 6-1. Ma durante il fine settimana, i Bianconeri hanno fatto il pieno di fiducia battendo per due volte i cugini dell’Ambrì-Piotta.

Elvis Merzlikins, è stato tra i grandi protagonisti.

Dapprima a Zurigo, pur se con un paio di gol sulla coscienza, paradossalmente è stato tra i migliori in pista ed ha impedito che il punteggio diventasse ancora più largo.

Contro l’Ambrì-Piotta nella doppia sfida poi, ha sfoderato tutta la sua classe respingendo, in due partite, 96 tiri su 100!

Vero che i Leventinesi gli hanno reso molte volte la vita semplice. Ma in molte occasioni, è stato semplicemente incredibile ed ha mandato in frustrazione gli avversari.

Carl Klingberg (EV Zugo)

Lo Zugo ha vissuto una settimana molto positiva. Dapprima si è imposto agevolmente per 6-3 contro il Losanna e nel week-end ha battuto per due volte il Davos in meno di 24 ore.

Specialmente le partite contro il Davos, lo Zugo le ha vinte grazie ad una maggior precisione sotto porta. Ed in tal senso, Carl Klingberg ha giocato un ruolo fondamentale.

Ad ogni modo, martedì contro il Losanna l’attaccante Svedese ha servito due assist. Mentre nel fine settimana contro gli Stambecchi, ha segnato 2 gol Sabato sera e l’unico gol nei 60 minuti di gioco Domenica pomeriggio.

Una settimana da incorniciare!

Barry Brust (Friborgo Gottéron)

Barry Brust è un altro portiere che questa settimana si è messo in grandissima luce!

Dapprima a Bienne, dove i Dragoni hanno perso per 2-0, ha impedito che i Seeländers vincessero la partita con un punteggio tennistico… Ed in seguito è stato il grande protagonista, ed il simbolo, della rinascita del Friborgo Gottéron nella doppia sfida contro gli ZSC Lions!

Dapprima, Sabato sera alla BCF Arena ha festeggiato uno shutout al termine di una prestazione a dir poco straordinaria. Ed in seguito, Domenica pomeriggio all’Hallenstadion, è stato autore di un’ottima prestazione ed infine si è rivelato essere decisivo e (quasi) intrattabile nella serie di rigori vinta dalla sua squadra.

Il Gottéron è tornato finalmente a giocare in maniera difensivamente solida. E come detto, Barry Brust è stato un pò il simbolo della ritrovata fiducia nei propri mezzi della squadra

LA SORPRESA

Il Ritorno… di Benjamin Antonietti!

Al termine della scorsa stagione, dopo praticamente 7 anni passati nel Canton Vaud, Benjamin Antonietti si è accordato con il Rouen (Francia) per il proseguimento della sua carriera. Con i Dragoni di Rouen le cose stavano anche andando piuttosto bene dato che ha messo a referto 35 punti in 31 partite.

Ma la scorsa settimana, un po’ a sorpresa, eccolo di ritorno a Losanna!

E non solo… dopo il rodaggio della prima partita contro il Kloten, sempre contro gli Aviatori Sabato sera ha messo pure a referto 3 punti (1 gol, 2 assist)!

Il suo ritorno porta un po’ di profondità alla squadra allenata da Yves Sarault, ma soprattutto porta molta energia. Che nella lotta per l’accesso ai play-offs potrebbe anche fare la differenza.

Bentornato, Benjamin!

LA DELUSIONE

I DOPPI TURNI…

Siamo sempre dell’idea che il calendario ideale sarebbe il seguente: partite di Martedì, Giovedì e Sabato. Come nei play-offs. L’hockey moderno e la sua intensità lo richiederebbero.

D’altro canto, capiamo le ragioni commerciali di far disputare le partite Venerdì-Sabato e Sabato-Domenica.

Tuttavia, quando nel giro di 24 ore (o anche meno…) due squadre si affrontano per due volte consecutive, crediamo che sia davvero un po’ troppo…

LA DELUSIONE 2

EHC KLOTEN

Abbiamo spesso e volentieri sottolineato come il Kloten, nonostante le innumerevoli sconfitte, fosse stata una brutta gatta da pelare.

Questa settimana tuttavia, dapprima contro l’Ambrì-Piotta e poi nelle due sfide contro il Losanna, gli Aviatori hanno davvero deluso purtroppo.

Erano 3 partite fondamentali, contro due potenziali avversari dei play-outs. Ma non c’è stato nulla da fare…

Due sconfitte in casa dopo rigori e tempi supplementari ed in seguito una ramazzata rimediata a Malley 2.0 per 9-3… Troppo poco. La speranza è che la squadra non accusi troppo il colpo.

Forza e coraggio, Kloten!

Salva

Save

Save

Save

Save

Save

Salva

Advertisement