I nostri TOP & FLOP della settimana hockeystica – 03 Dic. 2017

0
921

Ogni settimana vi proponiamo i nostri TOP & FLOP. La squadra migliore, i giocatori che in un modo o nell’altro hanno lasciato il segno, la sorpresa ed infine la delusione…

TOP

La nostra squadra TOP della settimana non è necessariamente quella che ha giocato meglio. Ma spesso e volentieri è quella che dimostra quel “qualcosa in più”, o che ottiene risultati particolarmente significativi.

Ed allora questa settimana non abbiamo dubbi, il nostro TOP è il Bienne!

Da quando Martin Steinegger è subentrato a Mike McNamara (la decisione per il suo successore è attesa per la prossima settimana), il Bienne ha vinto 4 partite su 4. Questa settimana, i Seeländers sono dapprima andati ad imporsi a Kloten, poi hanno dominato e battuto lo Zugo in casa ed infine si sono regalati una serata da sogno a Berna contro i cugini!

Una settimana di quelle che ci volevano per il Bienne, dopo le vicessitudini del recente passato che avevano fin’anche quasi portato ad una disaffezione del pubblico.

Ed una settimana che dimostra ancora una volta, se mai fosse necessario, quanto flebile sia il confine tra il successo e l’insuccesso nell’hockey su ghiaccio moderno. Quanto flebile sia il confine tra una serie positiva ed una negativa.

Una cosa è certa: il Bienne, grazie a 3 buone prestazioni (2 ottime) fatte di tanto carattere ed un’ottima attitudine, ha lanciato al meglio la sua seconda parte di stagione!

I PERSONAGGI

Vincent Praplan (EHC Kloten)

Il Kloten ha perso 3 partite su 3 questa settimana, di cui due dopo rigori. Una tendenza decisamente negativa, anche se la squadra è parsa tutt’altro che morta.

Ad immagine di Vincent Praplan, che in queste 3 partite ha messo a referto ben 8 punti (5 gol)!

Il Top Scorer del Kloten è uno degli giocatori più forti del campionato, su questo non ci sono dubbi. Ed in linea con Santala ed Hollenstein sta cercando di portare gli Aviatori fuori da questo vortice negativo che pare senza fine…

Vincent Praplan ha una grande tecnica e la voglia di arrivare in alto. Fino ad ora era stato a volte impreciso sotto porta, ma quest’ultima settimana ha fatto capire perché c’è stato il rischio concreto che la National League perdesse uno dei suoi giocatori più dotati.

Purtroppo per noi, e ben per lui, prestazioni di questo tipo ci fanno credere che il suo momento di volare oltre oceano arriverà piuttosto presto…

Stéphane Da Costa (Ginevra Servette)

Il suo arrivo a Ginevra incuriosiva molti. Stéphan Da Costa infatti, era uno dei pezzi pregiati del mercato Europeo di hockey su ghiaccio…

C’erano dubbi sul suo reale stato di forma, ed ovviamente ci ha messo qualche partita per prendere le misure con la National League. Ma quasi immediatamente ha dimostrato di avere qualità immense e questa settimana è sbocciato!

Lunedì a Zurigo ha giocato una grandissima partita ed ha messo a referto 1 assist, mentre Martedì contro l’Ambrì-Piotta pur non facendo punti è stato tra i migliori in pista con Nick Spaling.

Giovedì nulla ha potuto nella serata negativa contro il Lugano, ma Domenica a Davos è letteramente esploso mettendo a segno una tripletta che lo ha fatto conoscere anche a chi magari non segue tutte le partite delle Aquile.

Non lo premiamo solo per la tripletta, ma soprattutto per il grandissimo lavoro a tutta pista che fa ogni volta!

Luca Fazzini (HC Lugano)

Non ci sono più aggettivi per descrivere Luca Fazzini, il cui apporto alla squadra può tranquillamente essere paragonato a quello di uno straniero di primo livello.

Tra Martedì a Davos, Giovedì a Ginevra e Domenica in casa contro il Langnau, il “cecchino” Ticinese ha messo a referto 8 punti. Ragazzi, 8 punti! Inclusa una fantastica tripletta proprio Domenica contro i Tigrotti.

È stato messo in linea con Klasen e Lapierre e si è dimostrato eccezzionalmente complementare ai due stranieri del Lugano. Riesce praticamente sempre a fare la differenza e per questo Lugano è un valore aggiunto non di poco conto.

Davvero, giù il cappello davanti a questo giocatore che nel passato non si è arreso alle difficoltà ed ora raccoglie i frutti del duro lavoro!

Luca Cereda (Allenatore, HC Ambrì-Piotta)

Venerdì sera l’Ambrì-Piotta ha mancato completamente l’entrata in partita, anche perché il Losanna è partito fortissimo. Dopo di che, i boys di Luca Cereda hanno dimostrato grande carattere ribaltando il risultato. Ma subendo poi il gol della sconfitta a 15 secondi dal termine.

Poteva essere una mazzata di quelle da cui riprendersi sarebbe stato difficile. Specie se il giorno successivo bisognava ospitare gli ZSC Lions…

Ed invece, in meno di 24 ore l’Ambrì-Piotta ha giocato una partita praticamente perfetta ed ha battuto i Lions per 4-0! I Biancoblù non hanno praticamente commesso errori e noi siamo certi che oltre all’attitudine dei giocatori ci sia sotto lo zampino dello staff tecnico.

L’Ambrì-Piotta è stata la prima squadra questa stagione a mettere a referto uno shutout contro i Lions. Ed è successo il giorno dopo che l’allenatore Luca Cereda era insoddisfatto. Non crediamo sia un caso…

Un grande allenatore, con grandi capacità di gestione!

MENZIONE SPECIALE…

No, non potevamo rimanere insensibili al rigore di Toni Rajala che ha dato la vittoria al Bienne contro il Berna…

Non giriamoci intorno, Toni Rajala non è stato tra i migliori giocatori della settimana. Pertanto nei “personaggi” non abbiamo voluto inserirlo. Ma il suo rigore in back-hand merita assolutamente una menzione speciale!

Vi invitiamo caldamente ad andare a rivedervelo…

LINK AL VIDEO DEL RIGORE SEGNATO DA TONI RAJALA

LA SORPRESA

Kevin Kühni (Friborgo Gottéron)

Il 24 Novembre 2017, il Friborgo Gottéron aveva annunciato che, viste le numerose assenze, aveva attivato una licenza B per Kevin Kühni, 25enne giocatore del Visp in NLB.

Da allora ha giocato 4 partite (in media 7 minuti e 49 secondi a partita) ed ha un bilancio personale di +2. Ma soprattutto, Venerdì sera contro il Kloten ha messo a segno il suo primo gol in National League!

E mica un gol qualsiasi… Il suo gol infatti, ha portato le squadre sul 4-4 ed ha permesso al Gottéron di andare ai rigori e vincere la partita!

Bravo, Kevin!

LA DELUSIONE

Le rimonte subite dal Berna

Il Berna è la squadra più forte della National League e di certo il nostro giudizio non cambia. Anzi…

Però queste rimonte subite (sempre in casa tra l’altro) sono per noi un pò una delusione ed un fattore da tenere sotto controllo.

Lo scorso 16 Settembre, gli Orsi erano avanti per 4-1 contro il Lugano fino a 10 minuti dal termine e sono stati infine battuti per 4-5 dopo rigori…

Questa settimana il bis. Anzi, un doppio bis per non farsi mancare nulla!

Martedì sera contro il Langnau, il Berna era avanti per 3-0 dopo mezz’ora ed è andato a perdere la partita per 3-5… Sabato sera contro il Bienne poi, stessa storia. Gli Orsi erano avanti per 3-0 dopo 21 minuti di gioco e sono andati a perdere per 4-5 dopo rigori.

Insomma, due indizi non fanno una prova. La speranza per il Berna, è che nemmeno tre indizi la facciano…

Salva

Save

Save

Save

Save

Save

Salva

Advertisement