I nostri TOP & FLOP della settimana hockeystica – 26 Nov. 2017

0
815

Ogni settimana vi proponiamo i nostri TOP & FLOP. La squadra migliore, i giocatori che in un modo o nell’altro hanno lasciato il segno, la sorpresa ed infine la delusione…

TOP

Il Berna è l’unica squadra di National League che è stata capace di vincere entrambe le partite settimanali. Inoltre impressiona sempre di più, trovando sempre il modo di vincere le partite, o quanto meno a darsi una possibilità per farlo…

E lo ha dimostrato ancora una volta su due giorni consecutivi, in due partite diametralmente opposte.

Dapprima venerdì sera ha dato una lezione di hockey su ghiaccio al Friborgo Gottéron. La prestazione fornita alla BCF Arena, è di quelle che andrebbero mostrate nelle scuole hockey di tutta la Svizzera! Gli Orsi hanno dominato dall’inizio alla fine mettendo in mostra un sistema di gioco praticamente infallibile.

In seguito, sabato sera, hanno vinto contro il Losanna una partita che rischiava di mettersi male. Un pò di sfortuna unita al fatto che la banda di Sarault ci ha messo l’anima, sembravano mettere a rischio i 3 punti. Ed invece, i boys di Jalonen hanno trovato il modo di girare la partita a proprio favore dimostrando di sapersi adattare a tutte le situazioni.

La stagione è ancora lunga, e nei play-offs le coordinate possono cambiare radicalmente in un nonnulla. Ma questa squadra merita gli applausi più convinti da parte di qualsiasi appassionato di hockey su ghiaccio!

I PERSONAGGI

Maxim Lapierre (HC Lugano)

Il Lugano ha perso venerdì sera in casa contro lo Zugo e poi è andato a rifarsi sabato sera alla Valascia conquistando il 3° derby stagionale su 4.

Tra i protagonisti assoluti, Maxim Lapierre!

Venerdì ha praticamente riaperto da solo la partita indicando la via ai compagni. Mentre sabato sera ha disputato una partita praticamente senza errori ed è stato l’emblema della prestazione intelligente e di sacrificio del Lugano.

Ora in molti aprono gli occhi… Ma noi eravamo tra quei pochissimi che già la scorsa stagione, quando veniva definito un “buffone”, ne tessevamo le lodi per le sue qualità!

È un leader ed un uomo squadra, che segue alla lettera le indicazioni dei suoi allenatori. Ed ora che ha conosciuto l’hockey Svizzero, ed ha un ruolo diverso all’interno della formazione, va anche a punti regolarmente (3 gol per lui questo fine settimana).

Del resto, non si giocano quasi 700 partite in NHL (154 punti), per niente…

Roman Wick (ZSC Lions)

Roman Wick è stato tra i protagonisti di questa settimana in chiaro scuro dello Zurigo… I Lions hanno dapprima perso un pò incredibilmente in casa contro il Langnau e poi sono andati a conquistare in scioltezza il derby contro il Kloten in trasferta.

Roman Wick è stato tra i pochi a salvarsi giovedì sera contro i Tigrotti mettendo a referto 1 gol ed 1 assist. Sabato sera contro il Kloten invece, ha trascinato la squadra fornendo due assist ed andando più volte vicino al gol.

Sarà anche alla ricerca di un rinnovo di contratto con lo Zurigo… Ma stiamo parlando di un giocatore che quando è in buona forma può essere devastante!

E quest’ultima settimana, lo è stato!

Dominik Kubalik (HC Ambrì-Piotta)

Dominik Kubalik, era un pò atteso come il “messia” dalle parti della Valascia. Ma giustamente la società e l’allenatore hanno fatto capire che non può essere un giocatore solo a fare la differenza. A maggior ragione in questo “nuovo” Ambrì-Piotta che mette il collettivo davanti a tutto.

Però ragazzi, che giocatore… Ci ha messo due partite per ingranare, pur già facendo intravedere doti fuori dal comune. Ma quest’ultima settimana, e specie venerdì sera a Davos, ha fatto vedere di essere di un’altra categoria!

Una velocità d’esecuzione impressionante, un senso hockeystico fuori dal comune… Ad Ambrì, è meglio goderselo perché l’impressione è che non rimarrà in Europa a lungo!

Quello che impressiona infatti, è che il ragazzo ha ancora parecchi margini di miglioramento. E con tutto il rispetto per gli altri club, crediamo che al momento attuale non ci sia posto migliore che l’Ambrì-Piotta per lui per fare il definitivo salto di qualità sotto le ali di Luca Cereda.

Mason Raymond (SC Berna)

Ultimamente abbiamo fatto diverse eccezioni. O meglio, cerchiamo di non inserire nei personaggi della settimana i giocatori della squadra TOP… Ma come possiamo non fare un’ulteriore strappo alla regola?!

Mason Raymond ci ha messo un pò ad adattarsi all’hockey Svizzero ed inizialmente è stato fin’anche criticato… Dimenticandosi forse anche del fatto che, la scorsa stagione, il 32enne Canadese l’ha praticamente saltata tutta.

Ad ogni modo, questo fine settimana ha fatto capire perché ha collezionato oltre 600 partite di NHL (271 punti)!

Nel giro di 24 ore, ha messo a segno due fantastiche triplette che sono risultate decisive anche per i due risultati positivi della sua squadra. Insomma, ora gli Orsi hanno una cartuccia in più da “sparare”… e questo deve preoccupare gli avversari!

LA SORPRESA

Il fattore casa?! Al diavolo…

Proprio la scorsa settimana, avevamo pubblicato un articolo nel quale parlavamo delle classifiche “casa & trasferta” della National League.

La conclusione era inconfutabile: in casa si ottengono più punti! Ebbene, siamo stati prontamente (almeno parzialmente) smentiti…

Questa settimana sono state giocate 12 partite. Ed in 11 casi, ossia nel 91.7% dei casi, ad imporsi è stata la squadra in trasferta!

Solamente il Berna è riuscito ad ottenere una vittoria casalinga questa settimana… Ma guarda un pò che caso, no?!

LINK ALL’ARTICOLO – CLASSIFICHE “CASA & TRASFERTA”

LA DELUSIONE

L’allontanamento di Mike McNamara

Le aspettative ad inizio stagione a Bienne erano (giustamente) alte. Le cose erano iniziate piuttosto bene, ma poi con l’andare delle partite la squadra ha iniziato ad inanellare prestazioni deludenti.

Il tutto, ha portato il club a decidere di separarsi dall’allenatore Mike McNamara dopo la sconfitta interna contro il Kloten di venerdì sera.

Un peccato, una delusione…

La scorsa stagione Mike era riuscito, grazie alla sua calma ed esperienza, a portare la squadra ai playoffs e farla uscire a testa alta contro il Berna! Ma forse questa stagione, proprio la calma può essere stato un problema. In quanto dall’esterno l’impressione è che sia venuto un pò a mancare il fuoco sacro.

Auguri per il proseguio della stagione e per una pronta ripresa, Bienne!

Ed auguri per il proseguio della tua carriera, Mike! La tua esperienza e conoscenza dell’hockey torneranno ancora certamente utili. E non per niente, il Bienne pare intenzionato a reintegrarlo nello staff delle giovanili.

Salva

Save

Save

Save

Save

Save

Salva

Advertisement