GINEVRA SERVETTE – Un inizio complicato e… infortunato, della nuova era!

0
387
Advertisement

Il Ginevra Servette è attualmente al 10° posto in classifica. In altre parole, non è dove voleva essere. Purtroppo l’inizio di stagione (e di una nuova era) per le Aquile, si sta rivelando piuttosto complicato. Anche se le ultime uscite, fanno ben sperare per il futuro…

Una premessa è d’obbligo. Con il nuovo allenatore Woodcroft, è iniziata una nuova “era” a Ginevra. Pertanto, dopo tanti e tanti anni di Chris McSorley, è ovvio che un periodo di assestamento sia necessario.

Detto questo, cerchiamo di capire com’è andata fino ad ora la stagione delle Aquile, facendo una prima piccola analisi. Ovviamente aiutandoci con alcune statistiche. Procederemo per punti…

IL CONFRONTO CON LA SCORSA STAGIONE

Lo scorso anno il Ginevra Servette, dopo 15 partite era 9° in classifica con 19 punti conquistati. In altre parole, in questa stagione le Aquile hanno perso una posizione, ed hanno conquistato 4 punti in meno. Più marcate invece le differenze dei gol fatti… in questa stagione il Ginevra Servette fino ad ora ha segnato 8 gol in meno. Mentre in confronto alla scorsa stagione, ha subito esattamente lo stesso numero di gol, ossia 45.

Ma torniamo al presente, e cerchiamo di capire cosa sta funzionando e cosa invece ancora necessita di una piccola aggiustatina…

COSA STA FUNZIONANDO

Non si può dire che nulla ha funzionato, suvvia. Alcune cose, a nostro avviso non sono state malvagie.

GLI INGAGGI – Il Ginevra Servette ha una percentuale del 53.1% di ingaggi vinti, che è la 3a più alta della National League. Tanner Richard si è dimostrato fino ad ora un maestro agli ingaggi. Ma anche giocatori quali Hasani ed Almond sono stati superlativi. Nel momento in cui il Ginevra Servette avrà trovato una forma migliore, gli ingaggi si dimostreranno un’arma molto importante a disposizione. Di certo non dobbiamo spiegarvi noi che è sempre meglio far partire l’azione piuttosto che buttare energie per recuperare dischi…

Advertisement

GLI ULTIMI MIGLIORAMENTI – Contro Losanna in trasferta ed Ambrì-Piotta in casa, il Ginevra Servette ha praticamente toccato il fondo. La vittoria successiva a Kloten ha invece dato tanto morale. E l’ultima prestazione contro il Davos, è stata molto incoraggiante. Pertanto, i progressi si sono visti, specialmente dal punto di vista dell’attitudine! Tanto lavoro resta ancora da fare, specialmente adattarsi al nuovo hockey voluto da Woodcroft. Ma la squadra vista all’opera nell’ultima partita non è morta. Anzi…

COSA ANCORA PUÒ MIGLIORARE

Tantissime cose… Tra cui.

GLI INFORTUNI – Ok, questo è un problema enorme. Il Ginevra Servette contro il Davos ha dovuto giocare senza una dozzina di giocatori per infortuni! Trattasi di un numero astronomico, che metterebbe a soqquadro qualsiasi squadra. Peggio ancora se in ricostruzione, per l’appunto come il Ginevra Servette. Questo non è tanto un fattore da migliorare, quanto piuttosto una concausa dei risultati deludenti fino ad oggi ottenuti.

LE SITUAZIONI SPECIALI – Le situazioni speciali sono fondamentali. Possono inoltre permettere di “stare a galla” nei periodi di crisi. Ebbene, fino ad oggi power-play e box-play sono stati un bel problema per il Ginevra Servette. Il power-play è il secondo peggiore della lega (10.2%), mentre il box-play è il 10° della National League (78.1%). Le assenze sono una causa, certo. Ma con i giocatori a disposizione, si dovrebbe fare meglio.

IL RENDIMENTO IN TRASFERTA – 8 partite giocate lontano da Ginevra, 4 punti conquistati. Di cui 3, nell’ultima trasferta a Kloten. Troppo poco, semplicemente. Anche in questo caso, le assenze possono essere una concausa ma non una scusante. Evidentemente il Ginevra Servette, fatica maledettamente quando gli avversari impongono il loro gioco con maggior veemenza.

LA PRECISIONE – Il Ginevra Servette ha una percentuale realizzativa del 6.7%, che è veramente molto bassa. Di fatto, è la seconda peggiore della National League! Uno dei motivi è certamente la mancanza di fiducia dovuta alla crisi di risultati. Ad ogni modo la situazione dovrebbe migliorare con i vari rientri degli infortunati, e pure con l’arrivo di Da Costa. Tra l’altro, quest’ultimo è davvero un bel colpo di mercato! A patto che riesca a stare lontano dall’infermeria

IL GIOCATORE

Robert Mayer

Ha subito un infortunio (anche lui…) durante l’estate. Ed è stato sostituito nelle prime partite da Descloux. Dopo un brevissimo rodaggio, è subito tornato ai suoi migliori livelli! E può ancora migliorare. Con il suo rientro a pieno ritmo, di sicuro il Ginevra Servette può stare tranquillo per quanto concerne il portiere.

LA SORPRESA

Henrik Tömmernes

Una sorpresa in tutti i sensi! Dapprima perché nonostante il suo livello, ha faticato parecchio a mostrare il suo valore. Ed in seguito perché, nelle ultime uscite, sembra essere uscito dalla tana… È Un difensore di altissimo livello, e questa non è certo una novità. Ora la speranza, nella città di Calvino, è che possa mantenere questo livello. Anzi, pure di aumentarlo!

LE STATISTICHE

Andiamo ora a vedere alcune statistiche di squadra del Ginevra Servette, aggiornate al 19.10.2017.

Il Ginevra Servette tendenzialmente pare riesca a tenere il ritmo degli avversari fino a circa metà partita, poi il crollo inesorabile nel terzo periodo. Da segnalare due fattori. Il primo è che, visti i tanti infortuni, non sorprende che con l’andare della partita il Ginevra Servette subisce di più. Il secondo, è che c’è un rialzo dei gol segnati negli ultimi 10 minuti di partita. Sintomo di carattere.

Vediamo un’altra tabella, questa volta relativa ai tiri in porta per tempo.

Il Ginevra Servette sembra soffrire maledettamente nei periodi centrali dopo dei primi periodi piuttosto equilibrati. Ma ricordatevi che stiamo parlando di tendenze.

Anche in questo caso, appare evidente come le assenze siano alla base di un calo con l’andare della partita. Mentre il fatto che nei terzi periodi di gioco i “numeri” siano migliori, la riteniamo una statistica da prendere con le pinze. Nei terzi periodi di gioco infatti, spesso e volentieri le partite del Ginevra Servette erano già compromesse. Pertanto gli avversari avevano allentato la loro pressione.

Andiamo avanti, e vi proponiamo le ultime due statistiche. Ossia, la percentuale realizzativa e la percentuale di parate per periodo di gioco.

La percentuale realizzativa del Ginevra Servette è bassa in tutti i periodi di gioco. Quasi anche preoccupante nei primi 20 minuti…

Vediamo infine le percentuali di parate dei portieri. Separate per periodo.

Ottima la percentuale dei primi periodi, poi un pò come tutto quanto visto fino ad ora… c’è un calo generale con l’andare della partita. Però c’è da sottolineare come le percentuali dei primi due periodi di gioco siano ottime!

IL CALENDARIO

Il Ginevra Servette torna in pista Venerdì sera per affrontare la Capolista Berna. Gli Orsi non subiscono gol da oltre 120 minuti. E questo basta per far capire quanto difficile sarà la partita per le Aquile, che come visto non eccellono in concretezza. In seguito, due partite casalinghe che dovranno assolutamente portare buone prestazioni contro Bienne e Langnau. Due avversari contro i quali i boys di Woodcroft dovranno davvero dimostrare i progressi mostrati nelle ultime partite.

Advertisement