I nostri TOP & FLOP della settimana hockeystica – 08 Ott. 2017

0
533

Ogni settimana vi proponiamo i nostri TOP & FLOP. La squadra migliore, i giocatori che in un modo o nell’altro hanno lasciato il segno, la sorpresa ed infine la delusione…

TOP

Ancora un fine settimana di successo per il Lugano! Che ora come ora inizia a trasformare quelle che erano le sensazioni, ossia una gran bella squadra, in piacevoli conferme. In altre parole, i Bianconeri sono la squadra del momento.

Questa squadra, passateci il termine, ha le palle! Quadrate oseremmo dire. E gioca pure bene, eccome se gioca bene. Vero che manca ancora la continuità sui 60 minuti di gioco… ma ragazzi, siamo solamente ad inizio ottobre. Sarebbe piuttosto preoccupante il contrario…

Sia venerdî sera contro il Ginevra Servette, che sabato sera contro il Bienne, i Bianconeri hanno meritato le loro vittorie. Hanno saputo colpire gli avversari nei momenti chiave e, cosa altrettanto promettente, hanno messo in mostra delle individualità di tutto spessore.

Ad immagine di Gregory Hofmann, certo. Il più “appariscente”. Ma anche ad immagine di giocatori quali Jani Lajunen, Maxim Lapierre, Bobby Sanguinetti. Magari meno appariscenti ma altrettanto preziosi.

Ogni singolo elemento della rosa ha un suo ruolo ed un suo compito. E lo porta a termine più che egregiamente. E quì il merito va all’allenatore. Ma tutta questa squadra nel suo insieme, inizia a far paura agli avversari.

I PERSONAGGI

Venerdì sera alla Valascia contro l’Ambrì-Piotta, solamente il primo gol stagionale di Ngoy ad 1 dannato secondo dal termine gli ha impedito di fare uno shutout. Mentre sabato sera contro il Ginevra Servette in casa, non ha raccolto nessun disco alle sue spalle.

In altre parole, Tobias Stephan ha concluso la settimana con una percentuale di parate pari al 98.6%. No, non scherziamo. Il 98.6%! È stato insomma, uno dei grandissimi protagonisti dell’ennesimo fine settimana da 6 punti dello Zugo.

Si è dimostrato praticamente intrattabile, e di certo ha fatto salire la frustrazione dei suoi avversari. Tanto quanto ha dato sicurezza a tutta la sua squadra, che continua a conquistare punti e restare nelle parti altissime della classifica.

Il Davos questo fine settimana ha conquistato 6 punti su 6. I boys di Del Curto hanno fatto l’en-plein, grazie a due prestazioni magari non del tutto convincenti ma davvero intelligenti.

Ad immagine di Broc Little. Questo attaccante “tascabile” arrivato la scorsa estate dal Linköping HC sembra aver preso decisamente le misure della National League. Grazie alla sua astuzia ed alla sua velocità, ha segnato 3 gol nelle ultime 2 partite, ed ha portato a 7 gol in 11 partite il suo bottino.

Il suo modo di esultare poi, ci riempie il cuore. Si vede che ha a cuore la sua professione, e la sua gioia è davvero contagiosa!

Ha fatto suonare la campanella d’allarme lo scorso fine settimana, ed i suoi boys hanno dato risposte concrete sul ghiaccio!

Venerdì contro lo Zugo il suo Ambrì-Piotta ha disputato 40 minuti di altissimo livello. Mentre sabato a Kloten, pur giocando un pò meno bene, ha raccolto tutto quanto seminato durante le prime 10 partite di campionato. E nella partita più difficile, quella contro un avversario di pari livello, contro il quale i Leventinesi avevano tutto da perdere, vista anche la loro crisi di risultati.

L’allenatore Luca Cereda ha le idee ben in chiaro. E non saremmo sorpresi se l’Ambrì-Piotta, così come i Ticino Rockets la scorsa stagione, nella seconda parte di stagione girerà a mille! Poi certo, si dirà che la sua squadra segna poco… Ma lui oltre ad allenare i suoi boys, non può calzare i pattini ed afferrare il bastone, ed entrare in pista a segnare!

LA SORPRESA

Marc Kämpf (SC Berna)

Questo ragazzo di 26 anni, sta vivendo il sogno della sua vita…

Marc Kämpf, cresciuto nelle giovanili del Davos, ha passato il resto della sua carriera hockeystica a Langenthal. E da questa stagione, si trova a Berna. Alcune partite or sono, il suo esordio professionistico in National League. E venerdì sera contro il Kloten

Dopo 741 secondi, ha segnato il suo primo gol assoluto in NLA! Dopo 1734 secondi ne ha segnato un secondo… e dopo 2316 secondi, non pago, ha completato la sua tripletta personale! Quando una partita, si trasforma in una serata da sogno.

LA CURIOSITÀ

Tolleranza zero… Cariche scorrette… Ostruzioni… Ma quante penalità vengono fischiate in NLA dall’introduzione della tolleranza zero?

Ma a quanto pare il discorso non vale per il Berna… Gli Orsi, incredibilmente, non hanno preso nemmeno una penalità minore durante tutto il fine settimana! 120 minuti, senza avere un suo uomo sulla panchina dei cattivi.

Ricordiamocene, perché cose simili non accadono molto spesso!

LA DELUSIONE

Il calendario

Il Friborgo Gottéron ha giocato 12 partite fino ad ora. Di cui 3 contro il Ginevra Servette. Significa il 25% delle partite… Ed altre squadre non hanno situazioni poi tanto diverse.

E ancora… Il Lugano ha giocato venerdì sera a Ginevra, ossia la trasferta più lunga, e la sera dopo in casa contro il Bienne. Allo stesso tempo, venerdì sera lo Zurigo ha riposato ed ha poi giocato sabato sera a Davos. Davos che a sua volta, era reduce dalla partita di venerdì sera a Bienne.

E ancora… La settimana prossima, si giocheranno: 1 partita lunedì, 1 partita martedì, 1 partita giovedì, 5 partite venerdì, 4 partite sabato, e 2 partite domenica. Uno sgradevole ed indigesto (almeno a noi) spezzatino.

Per farla breve: amiamo l’hockey, non possiamo farne a meno. Ma che calendario del…

LA DELUSIONE 2

Ginevra Servette & Kloten

Ginevra Servette la scorsa settimana: 3 partite giocate, 3 sconfitte. 2 gol fatti, 11 subiti. Incluso un fine settimana con 0 gol in 120 minuti.

Kloten la scorsa settimana: 2 partite giocate, 2 sconfitte. 3 gol fatti, 14 gol subiti. Inclusa una batosta memorabile subita a Berna per 9-2.

Queste due squadre erano chiamate ad una reazione. La classifica lo imponeva.

Non è arrivata… Sarà per la prossima. O almeno così sperano i loro tifosi… Forza!

Salva

Save

Save

Advertisement