I nostri TOP & FLOP della settimana hockeystica – 01 Ott. 2017

0
466

Ogni settimana vi proponiamo i nostri TOP & FLOP. La squadra migliore, i giocatori che in un modo o nell’altro hanno lasciato il segno, la sorpresa ed infine la delusione…

TOP

Il Berna vola in testa alla classifica in maniera molto autoritaria, ed è la nostra squadra della settimana!

Gli Orsi hanno dovuto affrontare Davos e Zugo, ossia due delle principali contendenti al titolo. E cos’hanno fatto? Hanno vinto le due partite mostrando diverse sfacettature che dimostrano quanto la squadra sia completa.

Contro il Davos il Berna ha dimostrato pazienza, qualità e la capacità di affondare il colpo nel momento decisivo. Contro lo Zugo invece, ha saputo mostrare carattere, muscoli e resistenza fisica.

Che altro aggiungere? La truppa di Jalonen ha dato un bel segnale alla National League! C’era chi pensava che la squadra potesse essere leggermente appagata dopo la sbornia delle due scorse stagioni. Dopo questa settimana, anche questa teoria non regge. Gli Orsi, sono più affamati che mai!

I PERSONAGGI

Maxim Lapierre (HC Lugano)

Maxim Lapierre è un giocatore semplicemente straordinario. Ed è un leader impressionante.

Unisce ottimamente qualità e quantità. Inoltre, fattore di primaria importanza, ha il grande merito di far rendere al meglio chi gioca in linea assieme a lui. Prendiamo Fazzini e Hofmann, due giocatori devastanti. Con Lapierre al centro, hanno modo di esprimere al meglio tutte le loro qualità.

C’è chi ancora trova il modo di criticare Maxim, asserendo che non segna abbastanza. Signori, se questo giocatore fosse anche capace di segnare 30 gol a stagione, non lo vedremmo sulle piste Svizzere a giocare…

Magnus Nygren (HC Davos)

Il nome di Magnus Nygren è sempre più sulla bocca di tutti… E questa settimana, ha fatto vedere di cosa è capace.

Orchestra ottimamente il power-play del Davos, durante il quale spesso e volentieri va pure a punti. Ed è pure molto efficace nel gioco a 5 vs 5, come dimostra l’ottimo bilancio personale di +8. Questo difensore Svedese insomma, è davvero un ottimo giocatore come preventivato.

È attualmente il Top Scorer degli Stambecchi, ed è il difensore con il maggior numero di punti della National League. Completo, devastante e pure elegante nel gioco!

LA SORPRESA

Sam Lofquist (EHC Bienne)

Sam Lufquist lo inseriamo quale “sorpresa” unicamente perché in molti non ne avevano sentito parlare prima del suo approdo a Bienne.

Era atteso quale giocatore con un tiro semplicemente micidiale. Ma nelle due prestazioni contro Langnau ed Ambrì-Piotta, ha fatto invece vedere che oltre ad un tiro pericolosissimo, possiede doti offensive fuori dal comune! Per il Bienne, il giocatore giusto, nel momento giusto, al posto giusto!

MENZIONE SPECIALE

Steve Hirschi (Ex. giocatore Lugano e Langnau)

Sabato sera prima della partita Lugano vs Langnau, la maglia di Steve Hirschi è stata sollevata sotto le volte della Resega. Un momento emozionante a dir poco!

Steve Hirschi è stato uno dei professionisti più ammirati di questo secolo. La sua dedizione al lavoro, il suo spirito di sacrificio, e la sua personalità, sono da prendere quale esempio da chiunque decida di intraprendere la carriera di giocatore professionista. Oltre a tutto questo, si è pure dimostrato un difensore di grandissima qualità!

Ora ha dichiarato di essere soddisfatto ed appagato del suo impiego nel settore giovanile del Lugano. E pure che il ghiaccio non gli manca. Ma al ghiaccio, ed a noi tifosi, manca lui…

LA DELUSIONE

Attacco Friborgo Gottéron

Due partite, 0 gol. Questa settimana è stata nera per l’attacco del Gottéron…

I Dragoni contro Zugo e Davos erano attesi da partite particolarmente complicate. E se dal punto di vista delle prestazioni si può dire che i test sono stati superati, non si può dire lo stesso se guardiamo alla concretezza offensiva…

Sia in 5 vs 5 che in power-play, i boys di Mark French faticano dannatamente a segnare. E sono pure sfortunati, va detto… Certo è che una maggior precisione non guasterebbe. L’assenza di Cervenka di certo si fa sentire, e forse manca pure ancora un giocatore capace di segnare con regolarità. Ma gli elementi di qualità per segnare qualche gol in più già ci sono.

Ora il problema rischia di diventare “mentale”, ed in tal senso lo staff tecnico dei Burgundi dovrà lavorare a fondo.

LA DELUSIONE 2

Fallo Robin Grossmann

La sua brutta carica alla testa di Arcobello dopo soli 13 secondi della partita Zugo vs Berna, ci ha fatto venire la pelle d’oca.

Poi, con tutta onestà, l’intervento visto e rivisto al replay, è forse meno sporco di quanto apparso a prima vista. Ma ciò non toglie che sia stata una carica estremamente brutta.

Noi siamo assolutamente contrari alla tolleranza zero, e riteniamo ridicole moltissime delle penalità fischiate sulle piste in National League. Però se dopo 13 secondi di una partita si compie un intervento del genere, c’è da porsi qualche domanda.

Viva il gioco duro, ma corretto!

Salva

Advertisement