GRASSHOPPER CLUB – Sta per cominciare una nuova stagione!

0
652

La prima pausa internazionale, è la buona occasione per fare un primo punto della situazione. Inoltre anche per capire quali sono i fattori chiave su cui lavorare. E molto di più… seguiteci, cominciamo!

LA NOSTRA OPINIONE

Alla prima pausa internazionale, il Grasshopper è 9° in classifica. Le Cavallette sono inoltre l’unica squadra di Super League ad aver cambiato l’allenatore: via Bernegger, dentro Murat Yakin.

Non si può certo dire che ci si è annoiati in riva alla Limmat fino a questo momento… La stagione si preannunciava complicata, e fino ad ora così è stato. Chi dice che è una sorpresa, mente sapendo di mentire.

Partenze come quelle di Caio e Dabbur non sono certo noccioline… Non solo dal punto di vista dei gol segnati, o dal punto di vista tecnico. Ma anche per la loro presenza nello spogliatoio, per la mentalità che riuscivano a trasmettere ai compagni di squadra.

Eppur qualcosa si muove. Il Grasshopper nelle ultime due partite, pur non incantando ha dato segnali di risveglio. Essi a nostro parere andranno interpretati da Murat Yakin, il quale ha il diffiicle compito di far disputare una stagione tranquilla alle Cavallette.

Il lavoro non manca, ma personalmente crediamo che Murat Yakin sia l’uomo giusto, al posto giusto al momento giusto. L’ex giocatore del Grasshopper, e già assistente allenatore in riva alla Limmat, ha rilanciato la sua carriera di allenatore in Challenge League, facendo faville a Sciaffusa. Le sue qualità quale allenatore non possono essere messe in discussione, e ad esse va aggiunta l’esperienza maturata negli ultimi anni. In poche parole: un bel colpo!

Poi certo, cavar sangue dalle rape è impresa complicata. Ma l’obiettivo di una stagione tranquilla, riteniamo sia possibile. Perché tra le fila delle Cavallette, i giocatori interessanti non mancano.

In poche parole, per il Grasshopper sta per iniziare una nuova stagione!

PRO

L’attacco. Dopo un inizio complicato, con l’andare delle partite l’attacco del Grasshopper è cresciuto ed ha dimostrato un buon potenziale. Le Cavallette hanno inoltre la più alta percentuale realizzativa di tutta la Super League.

CONTRO

Il cambio di allenatore. Quando un allenatore viene rimpiazzato, nella maggior parte dei casi si tratta del fallimento di tutti, nessuno escluso. Essere arrivati al punto che la dirigenza ha preferito cambiare, significa che le cose non sono state fatte nel modo giusto.

I FATTORI CHIAVE (SU CUI LAVORARE)

La difesa. Il sistema difensivo del Grasshopper va aggiustato. Le Cavallette concedono troppe occasioni agli avversari, e nella gran parte dei casi sono occasioni nette. La giovane età complessiva della squadra non aiuta, è importante crescere in fretta. Vilotic in tal senso, potrà essere il braccio destro di Murat Yakin in campo.

Il mentale. La squadra ha iniziato male la stagione. Il cambio d’allenatore solitamente, porta aria nuova ed inconsciamente fa scattare un click mentale in quanto tutti i giocatori ripartono praticamente da zero. Questo però non cancella le incertezze delle prime giornate, pertanto dal nostro umile punto di vista, la squadra andrà ricostruita sotto questo aspetto.

IL GIOCATORE

Milan Vilotic. Ha “solamente” 30 anni, ma è l’elemento più esperto del Grasshopper. La sua presenza è fondamentale. Ottimo difensore, capace di farsi valere anche in fase offensiva.

LA POTENZIALE SORPRESA

Ridge Munsy. Manca ancora di continuità, ma l’ex giocatore del Thun con la sua velocità può essere devastante. Ha inoltre pure dimostrato di essere concreto sotto porta nelle sue giornate positive. Se esplode, il Grasshopper fa Bingo!

LA STATISTICA

38.9%

È la percentuale realizzativa del Grasshopper. 18 tiri in porta, 7 gol. In altre parole, la miglior percentuale realizzativa in assoluto di Super League!

IL CALENDARIO DEL FUTURO PROSSIMO…

Il calendario del Grasshopper è da prendere con le pinze. Sulla carta non è proibitivo, ma di certo non una passeggiata. Al rientro le Cavallette ospiteranno il Sion, ed in seguito avranno due trasferte consecutive a Thun e Lugano. Tre partite che dovranno permettere di crescere e che concluderanno il primo turno di Super League. La prima partita del 2° turno poi, sarà a domicilio contro il Basilea…

IL NOSTRO PRONOSTICO FINALE

5°-9°

Il cambio d’allenatore può modificare le carte in tavola. Se con Yakin le Cavallette riusciranno a fare il salto di qualità, e se i giovani elementi della rosa crescseranno in fretta, il campionato potrà regalare qualche soddisfazione. E soprattutto, tranquillità. Alternativamente, c’è il rischio di flirtare con l’ultimo posto in classifica. Ma la retrocessione? No, crediamo proprio di no. Per ora…

Advertisement