Ogni settimana vi proponiamo i nostri TOP & FLOP. La squadra migliore, le nostre 3 stelle, ossia quei giocatori che in un modo o nell’altro hanno lasciato il segno, la sorpresa ed infine la delusione…

TOP

Per la prima volta in stagione il Sion ottiene 3 risultati utili consecutivi… per la seconda volta volta in stagione, il Sion ottiene 2 vittorie consecutive… per la seconda volta in stagione, il Sion non concede gol per 2 partite consecutive dopo le prime due partite dell’era Tramezzani…

In altre parole, il Sion è la nostra squadra TOP della settimana!

Tralasciamo il fatto che il gol vittoria segnato da Cunha è stato un gentile omaggio della coppia Custodio & Omlin… perché la vittoria è stata in tutto e per tutto meritata e la prestazioni una delle migliori stagionali.

Di fatto i Vallesani, possono recriminare per non essere riusciti a sigillare i 3 punti prima della fine!

Ancora una volta, i boys di Maurizio Jacobacci hanno fornito una prestazione encomiabile sotto diversi punti di vista.

Una prestazione di qualità, grazie ad elementi quali Quentin Maceiras e Carlitos. Una prestazione di sostanza, grazie ad elementi quali Eray Cümart e Bastien Toma. Ed infine, una prestazione da squadra che deve salvarsi a tutti i costi, grazie all’allenatore Maurizio Jacobacci che pare davvero essere – in questo momento – l’uomo giusto al posto giusto.

Ed allora peccato per l’infortunio occorso nel finale proprio ad Eray Cümart. L’unica notizia negativa della giornata… Auguri, Eray.

E bravo, FC Sion!

LE NOSTRE 3 STELLE DELLA SETTIMANA

Geoffroy Serey Die (FC Basilea)

Geoffroy Serey Die ha fornito una prestazione davvero eccellente contro il Losanna. Specialmente nel primo tempo.

È riuscito a creare delle situazioni molto pericolose grazie a dei passaggi intelligenti e di precisione millimetrica. Un pò quello che pareva mancare al Basilea dopo il ritiro delle competizioni di Matias Delgado…

Le qualità del 33enne Ivoriano sono indubbie. Forse gli manca solo un pò di continuità… Però quando gioca così, per il Basilea diventa tutto – relativamente – più facile!

Giorgio Contini (Allenatore, FC San Gallo)

Viene da dire che la partita tra Grasshopper e San Gallo è stata decisa dagli allenatori… da una parte per un errore e dall’altra per una scelta azzeccata.

Giorgio Contini all’81° minuto – ed in svantaggio per 1-0 – ha inserito Cedric Itten al posto di Marco Aratore. Poco dopo che Mathias Walther (allenatore ad interim delle Cavallette) aveva tolto Jeffrén…

In altre parole, Giorgio Contini ha detto ai suoi di andare e credere nella rimonta! Beh, se voleva mandare un messaggio alla squadra… ci è riuscito! La sua mossa, ha cambiato gli ultimi 10 minuti della partita. Ed ha fatto conquistare i 3 punti al San Gallo.

Carlinhos Junior (FC Lugano)

Il Lugano non è riuscito a vincere la “prima” sotto la guida di Guillermo Abascal nonostante gli indubbi miglioramenti in termini di “attitudine positiva”. Specie nella prima parte di partita.

Tra chi comunque ha saputo fare quel qualcosa in più ed ha “acceso la fiamma” c’è stato Carlinhos Junior. Il quale è praticamente sempre il giocatore più pericoloso del Lugano in fase offensiva.

Trova il gol d’apertura dopo soli 3 minuti di gioco. Ed anche in seguito, è una costante spina nel fianco per la difesa del Thun. Fino a quando è stato sostituito al 52° minuto… E da quando è uscito lui, in fase offensiva si è spenta la luce.

MENZIONE SPECIALE

Albian Ajeti (FC Basilea)

Albian Ajeti ha segnato il gol vittoria al 91° minuto contro il Losanna.

Per Albian Ajeti, si è trattato del 10° gol stagionale – inclusi i 3 messi a segno ad inizio stagione con la maglia del San Gallo.

Ebbene, ben 7 (sette!) dei suoi 10 gol, sono stati gol che sono valsi la vittoria…. Il ragazzo deve ancora crescere. Ma di certo è decisivo come pochi in Super League!

Bravo!

LA SORPRESA

La lotta per la retrocessione

Visti i risultati recenti, la lotta per la retrocessione in Super League si presenta poco adatta ai deboli di cuore…

Di fatto, più della metà delle squadre di Super League sono potenzialmente “a rischio”!

Basti pensare che – a 7 giornate dal termine e dunque con ancora 21 punti in palio – tra il Lucerna 4° classificato ed il Losanna ultimo in classifica ci sono solamente 9 punti!

Gli Svizzero Centrali sono ancora relativamente tranquilli. Ma dallo Zurigo in giù, definirsi tranquilli è un’eresia.

Ci aspetta insomma, un finale di Super League emozionante!

LA DELUSIONE

FC Lucerna

Le assenze non hanno aiutato Gerardo Seoane nella scelta dell’11 titolare… ed il Sion ha disputato una buona partita.

Detto questo, per la prima volta da fine Novembre ad oggi, il Lucerna ha perso due partite consecutive.

Questo fine settimana poteva servire per avvicinarsi al San Gallo 3° in classifica, ed invece alla luce dei risultati gli Svizzero Centrali si trovano ora a 5 punti dalla truppa di Giorgio Contini.

Non è un gran problema. Di fatto un calo ad un certo punto era preventivabile. Tuttavia, peccato. Un pò una “delusione”.

Salva

Save

Save

Save

Save

Save

Salva