Ogni settimana vi proponiamo i nostri TOP & FLOP. La squadra migliore, le nostre 3 stelle, ossia quei giocatori che in un modo o nell’altro hanno lasciato il segno, la sorpresa ed infine la delusione…

TOP

Sì, lo Young Boys questa volta può davvero farcela!

La truppa di Hutter ha battuto per la prima volta in stagione il Thun, smentendo il proverbio che asserisce che non c’è mai un due senza un tre… Ma non è tanto questa la notizia.

La notizia è che lo Young Boys ha vinto grazie ad una fame di vittoria che impressiona. I primi minuti giocati dai Gialloneri hanno fatto decisamente capire che questa squadra non vuole lasciare assolutamente nulla al caso. Ed inoltre, il modo in cui la vittoria è stata sigillata, sembra promettere bene per il futuro.

Poco dopo metà secondo tempo infatti, quando il risultato era sul 2-0, il Thun ha accorciato le distanze con Hediger. Una situazione, quest’ultima, che rischiava di far tornare a galla i vecchi fantasmi. Quelli che vogliono che lo Young Boys, sul più bello, fallisca sempre.

Ed invece no. Meno di un minuto è bastato a Guillaume Hoarau per ristabilire il doppio vantaggio e chiudere definitivamente la partita!

Sono tutti segnali che, uniti al grandissimo valore della rosa, ci fanno capire come questo possa proprio essere l’anno buono…

Tanti auguri, Young Boys!

LE NOSTRE 3 STELLE DELLA SETTIMANA

Cedric Itten (FC San Gallo)

Beffa delle beffe… Il Basilea non è ancora riuscito a segnare un gol in casa nel 2018. Chi invece ne ha segnati due, è stato Cedric Itten. Ossia l’attaccante del San Gallo in prestito proprio dai Rossoblù!

Sabato sera al Sankt-Jakob Park, Cedric Itten si è dimostrato letale. Il San Gallo ha giocato una partita fatta di grande carattere, solidità e cinismo. L’attaccante è colui che ha rappresentato al meglio proprio il cinismo.

Ha avuto poche occasioni ma le ha sfruttate. Regalando di fatto ai boys di Contini 3 punti fondamentali per quanto forse inaspettati.

Carlitos (FC Sion)

Il Sion finalmente ha dimostrato quel carattere e volontà che sono le armi fondamentali per una squadra che deve assolutamente evitare la retrocessione.

Il Sion tuttavia, ha anche qualità. Ad immagine di Carlitos, che ha giocato una partita davvero di alto livello.

Non è ancora nelle migliori condizioni ed è stato sostituito al 57° minuto. Ma viene da pensare che molte delle speranze dei Vallesani di poter giocare anche la prossima stagione in Super League, passino proprio dalle prestazioni di Carlitos.

Alexander Gerndt (FC Lugano)

Lugano contro Grasshopper, causa la prestazione ultra difensiva delle Cavallette, non è stata una bella partita. Di fatto, è stata una di quelle partite che poteva essere sbloccata solo dal numero di un campione.

Nel caso, è stato Alexander Gerndt. Il quale nei tempi di recupero del primo tempo, ha magicamente trovato uno dei pochi buchi possibili per servire Davide Mariani il quale ha segnato il gol vittoria.

L’attaccante Svedese si dimostra dunque sempre più decisivo. Dopo i 2 gol vittoria nelle prime due partite, ecco un assist deciviso. Inoltre, la grande solidità difensiva del Lugano parte proprio anche dal suo grande lavoro. Gran bel giocatore!

MENZIONE SPECIALE

Marco Schneuwly

La scorsa settimana, Marco Schneuwly era tra i menzionati speciali assieme al fratello Christian. Marco infatti, era affondato con il suo Sion mentre il fratello Christian aveva brillato con il Lucerna.

Questa settimana, rieccolo come “menzionato speciale”, ma per motivi opposti.

Ha provocato l’autogol che ha sbloccato il punteggio nella partita con il Losanna e poi si è dimostrato implacabile in occasione del 2-0. Una bella rivincita.

LA SORPRESA

Jasper van der Werff (FC San Gallo)

Sabato sera, Jasper van der Werff era atteso da un compito molto complicato. Esordio in Super League. In trasferta al Sankt-Jakob Park contro un Basilea costretto a fare punti.

Ebbene, il 19enne difensore ha superato brillantemente l’esame!

La sua prestazione è stata a dir poco ottima. Francamente, fatichiamo a trovare un errore. Insomma, se il buongiorno si vede dal mattino…

LA DELUSIONE

FC BASILEA

Il Basilea ha perso sabato sera in casa contro il San Gallo. Una sconfitta davvero difficile da digerire.

Era dal 1997 che i Rossoblù non perdevano due partite casalinghe consecutive. E non potevano trovare momento peggiore per ripetere l’”exploit”.

Quello che però deve far suonare un campanello d’allarme, è la prestazione.

I boys di Wicky hanno commesso davvero troppi errori. Ed inoltre è parsa mancare completamente la qualità in mezzo al campo.

Vero che i tanti cambi dell’inverno pesano parecchio. Ma quest’anno lo Young Boys non scherza. Pertanto è fondamentale riuscire a trovare al più presto possibile la quadratura del cerchio.

Forza e coraggio, Basilea!

Salva

Save

Save

Save

Save

Save

Salva