TOP

FC SION

Dopo 3 sconfitte consecutive, l’ultima partita prima della sosta invernale regala nuovamente alla Super League il Sion spumeggiante che tanto aveva impressionato noi tutti!

La partita messa in scena contro il Lucerna è stato un condensato di capacità, determinazione, voglia di vincere, e pure anche bel calcio che non guasta mai! Nella pausa invernale gli uomini di Zeidler si porteranno dietro parecchie certezze e la consapevolezza che, sistemando il reparto difensivo, ci si potrà togliere parecchie soddisfazioni in futuro.

FLOP

GRASSHOPPER

Aveva la possibilità di tornare al successo casalingo che mancava ormai da 3 partite, dopo che fino alla 13a giornata aveva ottenuto solo successi. Missione fallita!

Anche per merito del Lugano che disputa la sua onesta partita, il Grasshopper termina questa prima fase di stagione lasciando un po’ quell’amara e sgradevole sensazione di non essere ne carne ne pesce… di positivo, c’è che ora Pier Tami potrà finalmente lavorare a fondo sui suoi boys, cosa che dato anche il lungo percorso di qualificazione (fallita) all’Europa League, non era realmente possibile.

I PERSONAGGI

+

Carlitos (FC Sion)

Quando questo 34enne Portoghese decide di macinare calcio, bisogna dire che non ce n’è per nessuno… entusiasmante a vedersi, altruista quando necessario, e capace pure di segnare un gol di ottima fattura.

Una domenica da non dimenticare per questo gioiello numero 10, che raggiunge quota 8 assist in stagione!

+

Guillaume Hoarau (BSC Young Boys)

Che Hoarau sia un giocatore di livello superiore, è noto a tutti. Che sia praticamente sempre decisivo, altrettanto.

Ma quando oltre a segnare il suo solito gol, lo si vede anche battagliare senza esclusione di colpi nella propria area di difesa, viene davvero da chiedersi cosa ci faccia in Super League… e soprattutto fino a quando ci rimarrà.

+

Jeff Saibene (Allenatore, FC Thun)

È una menzione di simpatia per questo allenatore che riesce a far giocare, e pure bene a tratti, la sua squadra pur senza raccogliere molti punti per la mancanza di capacità di conversione.

La situazione in cui il buon Jeff lavora nell’Oberland Bernese è tutt’altro che semplice, ma lui con grande professionalità sta’ guidando un gruppo che, riuscisse a trovare qualcuno capace di, detto volgarmente “buttarla dentro”, sarebbe in ben altre posizioni di classifica.

Lukas Fähndrich (Arbitro Vaduz vs Losanna)

La sua menzione, negativa, deve essere forzatamente spartita con tutta la terna e, più a fondo, con tutta la categoria a partire dai piani alti.

È inaccettabile che nel 2016 una partita, e potenzialmente un campionato, vengano rovinati da episodi di questo tipo, che a nostro avviso dovrebbero portare alla ripetizione della partita stessa per errore tecnico!

Per chi non lo avesse visto, ricordiamo che è stato accordato al minuto 94 della partita Vaduz vs Losanna, un rigore al Vaduz per fallo di mano… di un giocatore del Vaduz!

Questo episodio, giunge come ciliegina sulla torta di una prima parte di campionato che ha visto i fischietti troppe volte protagonisti in negativo.

Che la pausa serva a riordinare le idee, anche se di buoni elementi all’orizzonte se ne vedono pochi.

LE CURIOSITÀ DELLA SETTIMANA

Il Grasshopper in questa stagione, solamente contro il Lugano, in due partite, non è riuscito a realizzare almeno un gol.

Il Losanna torna a fare punti (pareggio a Vaduz) dopo una serie di 7 sconfitte consecutive.

Il Lucerna torna a perdere dopo una serie positiva di 6 partite.

Il Lugano, per la prima volta in stagione, non riesce a segnare nemmeno un gol in una partita giocata in trasferta.

Il San Gallo torna a perdere dopo una striscia di imbattibilità che durava da 5 partite.

Il Thun non vince ormai da 6 partite, durante le quali ha alternato in maniera assolutamente regolare pareggi e sconfitte.

Lo Young Boys raggiunge quota 12 risultati utili consecutivi.