POST

Sion-Lugano è stata una partita senza storia, una partita tra la squadra più in forma del campionato contro una reduce da ottime prestazioni al cospetto di Young Boys e Basilea ma anche dalla doccia fredda subita ad Aarau e da un contingente ristretto dalle assenze per infortuni.

I Vallesani, forti delle ultime 3 vittorie consecutive, ci mettono poco ad ingranare… la quarta! I primi minuti sono un assalto che solamente il caso ha permesso agli ospiti di subire una sola marcatura, quella dell’intramontabile Gekas, quando ancora i caldi sostenitori dei padroni di casa non avevano abbassato il telo della spettacolare coreografia iniziale…

La partita prosegue, è un monologo dei Vallesani capaci di andare a segno per un totale di cinque volte durante l’arco della partita, ed a poco è servito il casuale gol sul finire del primo tempo di Rosseti, che avrebbe potuto (in teoria) anche riaprire la partita.

Ma oggi il Lugano era assente, ed il Sion fin troppo presente!

La vittoria è gioia pura per gli uomini di Zeidler, sempre più rammaricati per quelle dannate prime cinque partite stagionali, mentre la sconfitta per Alioski e compagni significa raggiungere quota 5 (ma guarda un pò il caso) partite senza vittorie.

Crisi ? Momentaccio ? È importante non lasciarsi prendere dallo sconforto in Ticino; questo è un passo falso che l’emozione collega immediatamente alla figuraccia in Coppa ad Aarau, ma fare processi sarebbe contro producente ed anche assurdo dato che proprio i Bianconeri erano reduci da due pareggi interni contro le corazzate Basilea e Young Boys.

Ed allora, sarebbe opportuno in questo caso semplicemente riconoscere che il Sion era troppo forte attualmente per questo Lugano!

KEY MOMENT

1° GOL 1-0 – Theofanis Gekas (FC Sion)

L’inizio degli uomini di Zeidler è arrembante; ci è voluto poco a capire come la partita sarebbe andata a finire. Tuttavia il calcio è strano, a volte non riuscire a sbloccare il punteggio dona coraggio agli avversari, così ci ha pensato Gekas all’alba della sfida per mettere in chiaro che oggi, al Tourbillon, non ci sarebbe stato nulla da fare.

IL GIOCATORE

Peter Zeidler (FC Sion)

Avremmo potuto scegliere praticamente tra tutti gli elementi della squadra, ed allora premiamo l’allenatore; ancora imbattuto e che è stato in grado in poche settimane di trasformare la squadra Vallesana.

LA PILLOLA

SION: 11 – i tiri in porta, che rappresentano il record stagionale.

LUGANO: 22 – i falli commessi, il più alto numero stagionale in una singola partita.

MARCATORI

Salva

min. FC SION vs FC LUGANO min.
1′ Gekas Rossetti 45′
34′ Akolo
38′ Gekas
58′ Karlen
93′ Salatic

sion-lugano

Save