(cliccare “Marcatori” e “Statistiche” per accedere al resoconto statistico della partita)

L’affare della serata lo realizza certamente lo Zugo, che contro un pur ottimo Davos, ottiene la sua terza vittoria piena consecutiva.

È nel primo tempo che i padroni di casa hanno fatto vedere le cose migliori, la partita si è rivelata interessante ma il terzo si è concluso sul risultato di 0-0 ed un pò di rimpianti da ambo le parti per situazioni speciali non sfruttate.

Il secondo tempo si apre con un Davos particolarmente falloso, ed è così che i padroni di casa riescono finalmente a trovare il modo di trafiggere gli ospiti sfruttando una doppia superiorità numerica; ci pensa Jarkko Immonen, al suo primo sigillo stagionale, che da posizione leggermente defilata approfitta di una corta respinta dell’estremo difensore Grigionese in seguito ad una botta di Martschini. Il Davos inizia a premere ancora di più, e viene premiato al 33° minuto, quando Ambühl, anche in questo caso in una situazione di doppia superiorità numerica, devia una staffilata di Beat Forster.

La partita è molto maschia, le penalità si susseguono da ambo le parti, ma è il Davos a rendersi molto più pericoloso dalle parti di Stephan.

Ma le partita si vincono con i gol, e lo Zugo prende la regola alla lettera; in un terzo tempo un pò più sotto tono, ma sempre con gli ospiti più in vena, ci pensa Lammer a segnare il gol che regala i tre punti ai padroni di casa, che sfrutta al meglio un passaggio di Zangger.

L’assalto finale degli ospiti non porta a cambiamenti, ed allora a Zugo si può festeggiare quello che si sta rivelando essere un ottimo inizio di campionato!

STATISTICAMENTE…

ZUGO: terza vittoria consecutiva per lo Zugo, che vendica l’unica sconfitta ad oggi subita in stagione proprio contro il Davos. Grandissima serata per l’estremo difensore dei Tori Tobias Stephan, che è stato capace di fermare 41 tiri su 42 (97.62%!).

DAVOS: non ha ancora ingranato il Davos, che subisce la seconda sconfitta consecutiva nonostante una buona prestazione complessiva. Tra i protagonisti, al solito, Ambühl, che nonostante i 4 minuti di penalità collezionati, si mette in evidenza con una rete, 4 tiri in porta, 2 mancati, e termina i suoi 18:13 minuti di ghiaccio con un bilancio complessivo neutro.

EV Zug HC Davos
PDO 105.6 94.4
CR 0.77 0.23
STR 0.37 0.63
CORSI -14 14
FENWICK -22 22
STR 1P 0.50 0.50
STR 2P 0.38 0.63
STR 3P 0.31 0.69

 

Gli indici sono piuttosto conformi alla realtà della partita, che indica un primo tempo molto equilibrato, ed i rimanenti due nei quali sono stati gli ospiti a generare maggiore pressione sugli avversari. Lo Zugo ha avuto dalla sua un tasso di conversione ben sopra la media, che nello specifico ha portato 3 pesantissimi punti.

PDO = indice “fortuna” calcolato sommando % realizzativa alle % di parate del portiere.

CR = indice del tasso di conversione

STR = indice dei tiri in porta, calcolato dividendo i tiri in porta, per i tiri in porta sommati a quelli subiti. Mostra la “dominanza” di una squadra nel generare occasioni in confronto all’avversario.

CORSI = (tiri  + tiri mancati + tiri bloccati avversario) – (tiri subiti + tiri mancati avversario + tiri bloccati), andrebbe calcolata solamente nelle situazioni di 5 vs 5, ma le statistiche a disposizione della National League non ce lo permettono.

FENWICK = (tiri + tiri mancati) – (tiri subiti + tiri mancati avversario)

 

Salva

Salva

EV ZUGO
HC DAVOS
25′ Immonen Ambühl 34′
46′ Lammer
 

zugo-davos