Casa dolce casa, per tu piccina che tu sia (o vuota come nel caso del Letzigrund), tu mi sembri una badia!

Il calcio a volte ci regala storie strane, anche difficili da comprendere, ed oggi vogliamo parlare del Grasshopper, per il quale mai fù più azzeccata l’introduzione della famosa filastrocca.

Vero che il campionato disputato ad oggi dagli uomini di Pier Tami non è stato proprio esaltante, ma salta all’occhio qualcosa di veramente particolare che vogliamo provare ad analizzare.

IL RENDIMENTO CASA / TRASFERTA

Se guardiamo la classifica di rendimento casalingo, troviamo le Cavallette al 4° posto, con una partita in meno delle squadre che le precedono, dunque potenzialmente secondi alle spalle del Basilea. Il tutto frutto di 5 vittorie ed una sconfitta (arrivata all’ultima giornata casalinga proprio contro il Basilea).

Giriamo poi lo sguardo sul rendimento in trasferta, e troviamo i boys di Tami addirittura all’ultimo posto con un solo punto conquistato! Il bottino è misero, ed l’unico punto conquistato è arrivato da Vaduz, per altro ultima partita disputata dal Grasshopper.

Ma come si può spiegare una differenza tanto eclatante ?

ANALISI

Vi presentiamo alcune tabelle e grafici sulla differenza di rendimento casa/trasferta e dagli indici, e vi renderete conto che la cosa è più complicata di quello che sembra dal punto di vista statistico.

I numeri della classifica, come detto nell’introduzione, sono chiari ed allo stesso tempo impietosi! E la cosa si riflette almeno parzialmente anche negli indici, e specialmente nell’indice STR (Shots on Target Ratio), segno che troppi pochi tiri hanno centrato lo specchio della porta se paragonato ai loro avversari.

Ma andiamo avanti, considerando i tiri in porta, per capire quanto meno, rispetto alle partite casalinghe, il Grasshopper fuori casa riesce a creare!

No, non abbiamo sbagliato, è proprio così! Il Grasshopper in trasferta tira addirittura di più che nelle partite casalinghe, pur concedendo anche all’avversario molte più conclusioni.

Il primo colpo d’occhio ci dice che, quando i boys di Tami giocano lontano dal Letzigrund, le partite sono molto più ricche di occasioni da gol, ma anche come la precisione di tiro delle Cavallette sia molto più bassa (% di tiri che centrano lo specchio della porta), se comparata a quella degli avversari che quando ospitano gli Zurighesi diventano molto più precisi.

Interessante anche notare come il Grasshopper sia:

la squadra con il minor numero di tiri in assoluto in Super League nelle partite casalinghe (73);

la penultima per numero di tiri in porta (35);

“solamente” il 6° attacco casalingo!

ed allo stesso tempo:

la squadra che al pari del Basilea, in casa concede il minor numero di tiri in porta agli avversari (20);

la seconda miglior difesa casalinga (7);

Se ci spostiamo invece lontano dal Letzigrund, il Grasshopper resta molto in alto per quanto concerne le classifiche di numero di tiri e tiri in porta, ma allo stesso tempo:

è la squadra che in assoluto concede più tiri in porta agli avversari in trasferta;

ha la peggior difesa in assoluto in trasferta;

ha il terzo peggior attacco in trasferta.

Da perderci il sonno…

Andiamo ora a vedere un ultima statistica, ossia il numero di calci d’angolo e calci d’angolo concessi.

I calci d’angolo sono situazioni potenzialmente pericolose, e significa ad ogni modo riuscire a mettere sotto pressione i propri avversari.

Ed anche in questo caso sorprende notare come il Grasshopper in trasferta riesce ad ottenerne di più rispetto alle partite casalinghe!

LA NOSTRA ANALISI

Visti i dati rappresentati in grafica, e considerando che altre statistiche come il possesso palla rimangano stabili in casa e fuori, viene un po’ da chiedersi da dove arrivi tutta questa difficoltà del Grasshopper ad imporsi lontano dal Letzigrund.

Una prima risposta ce l’abbiamo nel dato della % realizzativa; se infatti quella dei suoi avversari nelle partite contro le Cavallette rimane stabile (attorno al 37%), quella dei boys di Tami in trasferta crolla letteralmente!

GC % realizzativa in casa -> 39.4% (2° in Super League in casa)

GC % realizzativa trasferta-> 22.9% (9° in Super League in trasferta)

Una differenza di oltre 16 punti percentuali!

Gli indici TSR, STR e CR ce lo dicevano piuttosto chiaramente, il Grasshopper riesce a generare pressione anche in trasferta, ma centra molto meno lo specchio della porta rispetto ai suoi avversari e soprattutto crolla al momento della conversione.

Come spiegare questo ?

Da parte nostra crediamo che il fattore mentale giustifichi tante cose; nel momento in cui si entra in una spirale negativa, si cerca di fare il meglio per uscirne, spesso e volentieri ottenendo risultato opposto a quanto auspicato.

Pier Tami vuole far crescere i giovani, è un maestro in questo, e vuole farlo attraverso il gioco, e per quanto nelle partite disputate al Letzigrund sembra pagare, in trasferta quando anche le altre squadre vogliono a loro volta fare la partita, le Cavallette si trovano in difficoltà a gestirle.

Questo, quanto ne emerge statisticamente.

Poi non va dimenticato che gli Zurighesi, a puro titolo di esempio, nelle partite casalinghe vinte contro Lucerna e Vaduz di certo non hanno brillato, e di conseguenza va inserito nel discorso anche il basilare principio della “casualità”…

Tuttavia ne siamo convinti, se il Grasshopper avesse almeno pareggiato a Thun nell’ambito della 4a giornata di campionato, quando si è fatto recuperare il vantaggio ed ha subito il gol della sconfitta in Zona Cesarini, forse oggi staremmo parlando di un altra classifica.

E forse anche di un peggior rendimento casalingo, chissà…

Realtà dei fatti è che la squadra è impegnata su più fronti a partire dal pieno dell’estate, quando le altre squadre escluso il Lucerna si preparavano alla stagione, ed un calo fisico era preventivabile e certamente è più semplice gestirlo tra le mura amiche quando l’avversario ti aspetta e sei tu a dettare i ritmi!

Sarà allora interessante verificare nuovamente questa situazione più avanti nella stagione, e già a partire da sabato quando al Letzigrund si presenterà il Thun, squadra che a nostro avviso è stata “giudice” del rendimento disastroso del Grasshopper in trasferta fino ad oggi! Chissà che la tendenza non venga stravolta…

La nostra conclusione sul rendimento opposto casa trasferta ? Un misto tra problemi “mentali” dovuti alla mancanza di una vittoria fuori casa, e l’incapacità di gestire una maggiore forza d’urto degli avversari visto anche il fatto della stanchezza fisica accumulata.

Il tutto dovuto anche, ma non solo, alla giovane età dei prim’attori.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here