Dopo un introduzione, vi proponiamo alcuni grafici molto interessanti. I dati sono presi dal sito ufficiale della National Hockey League.

L’INTRODUZIONE

Vero che ancora non è il Lugano spumeggiante e concreto dello scorso anno, ma a sentire le voci di alcuni tifosi ci pare che il pessimismo sia un po’ eccessivo.

Se guardiamo a quest’ultimo fine settimana noi abbiamo visto un Lugano che ha dimostrato grande spirito di sacrificio, che ha saputo soffrire ed anche supportato da un Merzlikins in versione play off della scorsa stagione, a subire unicamente 2 gol in 2 partite. Cosa non di poco conto per la squadra che alla vigilia di queste due sfide aveva la peggior difesa del campionato.

Se è vero che nei momenti di difficoltà, l’importante è ripartire dalle basi per ritrovare fiducia, ecco che i Bianconeri in questo fine settimana proprio questo hanno fatto, e se questo è il preludio crediamo si possa essere moderatamente ottimisti per il futuro.

Ancora manca la concretezza sotto porta, ancora sembra che alcuni giocatori sono alla ricerca della loro forma migliore o stanno pagando la stanchezza accumulata negli scorsi mesi quando, con la coperta corta (anche se gli infortuni continuano a non dar tregua), si sono ritrovati a disputare partite dopo partite senza poter tirare il fiato.

Ed allora ci piace essere ottimisti, e credere che la stagione possa ancora regalare parecchie emozioni.

Come a Berna! Dove si può dire quel che si vuole, ma in una partita con ritmi o svolgimento quasi da play off, i Bianconeri hanno saputo dapprima soffrire sacrificandosi e mettendo in mostra un box play invidiabile causa innumerevoli (ed a volte esagerate) penalità, ed infine trovare ancora la forza di reagire al doppio svantaggio e disputare un terzo tempo durante il quale la possibilità di pareggiare era concreta.

E forse questa è la cosa più importante, e non casuale! Se vediamo infatti le statistiche stagionali, il Lugano vero che fatica maledettamente le entrate in partita, ma poi riesce  a crescere parecchio alla distanza!

LE STATISTICHE

Guardiamo dapprima la statistica dei tiri in porta vs tiri subiti:

hcl tiri e tiri subiti

È evidente notare come complessivamente i Bianconeri soffrono nel primo periodo, ed in seguito dopo un periodo centrale equilibrato riescono a tirare più degli avversari nel periodo conclusivo. Di poco ne conveniamo, ma si tratta di un trend che indica come i Bianconeri con l’andare della partita riescono a creare di più.

Questo si riflette anche, ed in maniera ben più evidente, nell’indice CORSI suddiviso per periodo di gioco.

hcl corsi

 

Ora vediamo l’andamento con l’indice FENWICK, che stando alle intenzioni stesse dell’indice, dovrebbe dare una certa tendenza più sul lungo termine:

hcl fenwick

 

È davvero interessante come non solo il numero di tiri in porta, ma anche e soprattutto come gli indici CORSI e FENWICK confermano come il Lugano cresca con il passare della partita!

IL NOSTRO PUNTO DI VISTA

I dati a nostro parere mostrano alcuni sintomi molto positivi per il futuro, ed in particolare; la volontà di non mollare, lo spirito di sacrificio, ma anche e soprattutto una buona condizione fisica (indispensabile per crescere alla distanza)!

E questo deve assolutamente indurre all’ottimismo, anche perché la percentuale realizzativa della squadra si assesta attualmente all’8.64%  ed è potenzialmente destinata a migliorare visti gli elementi presenti nella rosa a disposizione di Shedden e Curcio.

E per concludere, citando nuovamente la volontà di non mollare, e lo spirito di sacrificio…

La scazzottata di Lapierre nel finale con Krüger a Berna. Se c’è chi la ritiene inutile, noi crediamo si debba ricredere… perché è un chiaro messaggio al Berna di come il Lugano forse perde le battaglie, ma è pronto a lottare fino alla fine per vincere la guerra!


Non c’è niente da nascondere, non siamo e non vogliamo essere gli “Elena Ferrante” del Ticino: i nostri articoli sono opinioni puramente personali da appassionati, da tifosi e per tifosi, non politicamente corrette, e che non sottostanno ad alcun ordine. Per ragioni prettamente personali non firmiamo gli articoli con Nome e Cognome. Vi preghiamo per tanto di non esitare a contattarci qualora vi siano delle rimostranze o semplicemente desiderate delle delucidazioni in merito; il rispetto per noi è alla base di tutto, e sarà nostra premura e piacere rispondere firmandoci personalmente.


Salva

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here