POST

Il primo Ambrì-Piotta dopo l’arrocco Scandella-Tsygurov si deve arrendere ad uno Zugo parso comunque lontano parente della squadra frizzante ammirata ad inizio stagione.

Ci risiamo, solita sconfitta con un gol di scarto, ma ennesima partita durante la quale, nonostante il punteggio dica che la partita è stata aperta fino al termine, i Leventinesi non hanno mai dato realmente l’impressione di poter girare a loro favore.

Il primo tempo è stato uno sterile monologo dei padroni di casa, abili a portarsi avanti con Klingberg, e bisogna aspettare il periodo centrale per poter vedere la reazione degli uomini di Kossmann.

E quì è poi anche dove si decide la partita, perché l’Ambrì-Piotta, galvanizzato da una penalità di partita inflitta a Holden, ed in seguito ad un fallo di Suri che ha loro permesso di giostrare in 5 contro 3, riesce sì dapprima a portare la partita in pareggio grazie ad un gol di Hall, ma poi non riesce a dare quella zampata decisiva che avrebbe permesso di portarsi in vantaggio… solita storia verrebbe da dire.

E si conferma nel terzo periodo, dove ci si attende il cambio di marcia dell’Ambrì, che però invece di aumentare il ritmo lo abbassa, dando l’impressione che non aveva più nulla da dare. Zurkirchen ha salvato quanto poteva, ma a 9 minuti dal termine Suri con un tiro da mezza distanza lo fredda e consegna i 3 punti allo Zugo.

Il successo permette allo Zugo di tornare al successo dopo la sconfitta di Bienne, anche se i Tori sono sembrati fiacchi e poco ispirati soprattutto sul fronte offensivo; del resto i numeri parlano chiaro, nelle ultime 5 partite Holden e compagni non sono mai riusciti a segnare più di due gol in una partita.

La sconfitta dell’Ambrì-Piotta è invece la seconda consecutiva, la settima nelle ultime otto partite… per giudicare gli eventuali frutti del cambio del vice-allenatore ci vorrà tempo, quello che pero’ ci ha un po’ deluso ieri sera, è che l’atteggiamento dei giocatori, che sono stati parecchio responsabilizzati, non è cambiato.

KEY MOMENT

26:50 – PENALITÀ (Josh Holden, EV Zugo)

I 5 minuti inflitti a Holden dovevano essere il momento chiave per l’Ambrì-Piotta, che invece ha saputo segnare un solo gol.

IL GIOCATORE

Sandro Zurkirchen (HC Ambrì-Piotta)

Fin quando ha potuto, ha tenuto in piedi la baracca.

LA PILLOLA

ZUGO: 18 i tiri mancati, che rappresentano il più alto numero stagionale nelle partite casalinghe.

AMBRÌ-PIOTTA: 94.7% i tiri fermati da Zurkirchen. Se escludiamo la partita contro il Langnau dove ha ottenuto uno shoot-out, si tratta della più alta percentuale fatta registrare in stagione.

MARCATORI

Salva

min. EV ZUGO vs HC AMBRÍ-PIOTTA min.
7′ Klingberg (Senteler, Diaz) Hall (Guggisberg, Emmerton) 28′
51′ Suri (Martschini, Schlumpf)

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here