POST

Il Lugano perde contro il Davos, incassando la seconda sconfitta casalinga stagionale curiosamente con lo stesso punteggio, 2-5, della precedente.

Diciamolo subito, a scanso di equivoci, il Davos visto in pista alla Resega è una squadra che se, come per l’occasione, vedrà una rapida crescita dei suoi estremi difensori, potrà seriamente dire la sua nei prossimi play off!

Ripartenze veloci, un pattinaggio impressionante da parte di tutti i suoi elementi, giovani già pronti e disposti a mangiare il ghiaccio, ed i soliti vecchi volponi (incluso quello seduto in panchina) che fanno ammattire gli avversari.

Poi, che questo sia stato espresso alla massima potenza grazie anche alla controprestazione dei padroni di casa, è un altro discorso.

Il Lugano infatti, contrariamente alle dichiarazioni del pre-partita, si presenta in pista molle, impreciso e fin anche quasi svogliato, facendo innervosire più volte nell’arco dei 60 minuti il pubblico presente.

Non tragga in inganno il punteggio di 2-2 a metà partita, perché complessivamente il Davos ha potuto dominare dall’inizio alla fine, e mai realmente si è avuta l’impressione che i Bianconeri avessero potuto invertire la tendenza; ad immagine di un Klasen ancora una volta irritante, che prendiamo quale esempio negativo non tanto per i due errori che hanno spalancato le porte al Davos, ma piuttosto perché da elementi del suo calibro ci si aspetta molto, ma molto, di più.

Il solo Lapierre, facendo al solito mangiare il fegato ai suoi detrattori, ha dimostrato voglia di vincere, passione, abilità (grandissimo gol, il suo, con una deviazione sotto porta) ed infine anche un pò di sana rabbia per la sconfitta che si stava materializzando.

KEY MOMENT

42:05 – Penalità (Gregory Hofmann, HC Lugano)

Di riffa, o di raffa, il Lugano si presenta al via del periodo conclusivo con uno svantaggio ancora… ribaltabile. La penalità inutile rimediata da Hofmann in entrata, ha di fatto spento ogni speranza dato che il Davos ha potuto segnare il 2-5.

IL GIOCATORE

Nando Eggenberger (HC Davos)

Tra i tanti, scegliamo quale simbolo questo giovanissimo attaccante, che nei suoi 9:13 di ghiaccio non solo ha realizzato una doppietta, ma ha soprattutto messo in mostra le movenze e le qualità del grandissimo giocatore.

LA PILLOLA

LUGANO: 5.9% – la percentuale realizzativa, la più bassa fatta registrare in casa in questa stagione.

DAVOS: 17 – i tiri bloccati, che rappresentano il record stagionale in singola partita.

MARCATORI

Salva

min. HC LUGANO vs HC DAVOS min.
14′ Klasen (Brunner, Bürgler) Simion ( Heldner, Corvi) 7′
28′ Lapierre (Wilson, Brunner) Eggenberger (Forster, Ambühl) 19′
Eggenberger (Ambühl, Forster) 30′
Lindgren (Rahimi) 37′
Du Bois (Lindgren,Simion) 43′

lugano-davos

Salva

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here