(cliccare “Marcatori” e “Statistiche” per accedere al resoconto statistico della partita)

Ennesima sconfitta stagionale per l’Ambrì-Piotta, che nell’occasione non riesce nemmeno a mostrare quella solidità che nelle partite precedenti lasciava ben sperare per il futuro.

Molli e disattenti, i Leventinesi sembrano aver completamente sbagliato l’approccio alla partita.

Il primo tempo, nemmeno il tempo di prendere posto alla pista, ed ecco che gli ospiti si portano in vantaggio con Wick, che sfrutta quello che sarà il primo di una lunga serie di errori dei padroni di casa, ed a tu per tu con Zurkirchen non sbaglia infilandolo tra i gambali.

Il Ginevra, va detto, al netto della serata negativa dell’Ambrì ha disputato davvero un ottima partita, anche se solamente nel secondo tempo, grazie a Schweri (ci ripetiamo, che giocatore!), ancora a tu per tu con il portiere porta gli ospiti sullo 0-2. Siamo poi ancora nella prima metà del periodo centrale, quando Rod, altro gioiello di McSorley, servito da Santorelli porta le Aquile in triplo vantaggio! La reazione dei padroni di casa non si fa attendere, e questa volta è Kamber a sfruttare un errore di impostazione del Top Scorer Ginevrino, che gli permette di arrivare solo davanti al portiere ed accorciare le distanze.

Sembrava potesse essere la svolta della partita, ed invece dopo pochi minuti ci ha pensato Riat, a portare gli ospiti sull’1-4 e rovinare lo shoot out ad un ottimo Descloux, che nel frattempo era subentrato a Zurkirchen.

Finisce quì, il terzo periodo è pura accademia. Ad Ambrì inizia a suonare un primo, piccolo, campanello d’allarme.

STATISTICAMENTE…

AMBRÌ-PIOTTA: manca ancora all’appello la prima vittoria stagionale e paradossalmente, in questa che è stata la prestazione più deludente in stagione, l’Ambrì ha messo a referto più tiri che in qualsiasi altra gara stagionale (35). Singolarmente da segnalare la serata negativa di Guggisberg, 13.25 minuti di ghiaccio con 0 punti ed un bilancio complessivo di -3, e quella di D’Agostini (l’ennesima), che nonostante un bilancio personale neutro ha portato a casa più minuti di penalità (6) che tiri in porta (2).

GE SERVETTE: prima vittoria piena stagionale, e secondo successo consecutivo per le Aquile, in quella che è stata, come per l’Ambrì, la partita con il maggior numero di tiri in porta a referto. Grande serata per Kai Schweri, autore di una prestazione assolutamente straordinaria, conclusa con 3 punti (1 gol, 2 assist) ed un bilancio personale di +3 nei suoi 12.03 minuti di gioco!

HC Ambri-Piotta Genève-Servette HC
PDO 91.7 108.3
CR 0.20 0.80
STR 0.49 0.51
CORSI 7 -7
FENWICK 3 -3
STR 1P 0.44 0.56
STR 2P 0.56 0.44
STR 3P 0.46 0.54

 

Gli indici mostrano una partita, statisticamente, più equilibrata di quanto il ghiaccio abbia detto. L’Ambrì-Piotta ha pagato un tasso di conversione (0.20!!) assolutamente inaccettabile, e nell’ambito puramente numerico la partita è stata piuttosto equilibrata.

 

 

PDO = indice “fortuna” calcolato sommando % realizzativa alle % di parate del portiere.

CR = indice del tasso di conversione

STR = indice dei tiri in porta, calcolato dividendo i tiri in porta, per i tiri in porta sommati a quelli subiti. Mostra la “dominanza” di una squadra nel generare occasioni in confronto all’avversario.

CORSI = (tiri  + tiri mancati + tiri bloccati avversario) – (tiri subiti + tiri mancati avversario + tiri bloccati), andrebbe calcolata solamente nelle situazioni di 5 vs 5, ma le statistiche a disposizione della National League non ce lo permettono.

FENWICK = (tiri + tiri mancati) – (tiri subiti + tiri mancati avversario)

 

Salva

Salva

HC AMBRÌ-PIOTTA
GE SERVETTE
28′ Kamber Wick 1′
Schweri 25′
Rod 27′
Riat 31′
 

ambri-ginevra

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here