È tempo di olimpiadi, delle notti passate a guardare gli sport più disparati, quelli per i quali ci professiamo esperti pur non avendoli mai seguiti, quelli che ci promettiamo “da oggi…” di seguire sempre (…), alla faccia di chi guadagna milioni correndo dietro ad un pallone o facendolo rimbalzare per tirarlo in quel ridicolo cesto, tié!

È tempo anche di contare le medaglie di un mostro come Phelps, di contare gli ori e pure l’argento, accolto dallo squalo di Baltimora con un sorriso che ce lo fà ammirare ancora di più per quella dimensione umana che è venuta a galla tanto quanto la sua sincera emozione durante l’esecuzione del suo Inno Nazionale.

È tempo di cercare su google.maps dove si trova Märstetten , il paesino del Canton Turgovia dove vive Heidi Diethelm Gerber, capace di emozionare tutti i Rossocrociati grazie alla sua medaglia di bronzo nel tiro.

Ed è anche tempo di coppa Svizzera di calcio, ossia di quello sport che magari a volte odiamo, ma vuoi per l’influenza dei media o per pura passione, ci accompagnerà per tutto il resto dell’anno.

La Coppa Svizzera, quella sorta di teatro dei sogni dove può succedere tutto ed il contrario di tutto (un pò come ai giochi olimpici), quell’unico momento rimasto del calcio moderno dove la plebe del calcio regionale può permettersi di affrontare l’élite del calcio nazionale.

Lo spettacolo è spesso commovente, con piccole realtà regionali che organizzano una grande festa per l’arrivo in paese della “big” di turno e, perché no, sognare di fargli pure uno sgambetto.

Lo scorso anno la sorpresa è stata il FC Köniz, squadra di Promotion League, capace di arrampicarsi sù sù fino ai tempi supplementari dei quarti di finale perdendo poi contro la futura finalista Lugano.

Il trofeo è invece stato sollevato dallo Zurigo, poi retrocesso in Challenge League, a conferma di come questa Würth Coppa Svizzera (o per i nostalgici come noi, semplicemente il “trofeo Sandoz”), sappia spesso raccontare storie che si tramandano ai posteri.

Quest’anno, preso atto che il Fussball Club Märstetten può contare su di una società che iscrive unicamente squadre giovanili fino agli allievi D e di conseguenza non era eleggibile per il sorteggio, per le squadre Ticinesi il primo turno prevede le seguenti partite:

US Arbedo (2L) – Neuchâtel Xamax (CL)

FC Conthey (2L Int) – AC Bellinzona (1L)

FC Moutier (2L Int) – FC Lugano (SL)

FC Dulliken (2L Int) – FC Chiasso (CL)

US ARBEDO

Ad Arbedo sono entusiasti di aver “pescato” il Neuchâtel-Xamax, nobile decaduta del calcio Svizzero in cerca di rilancio per tornare nel posto che gli compete. È il premio per aver saputo conquistare la Coppa Ticino lo scorso anno, e, comunque vada, sarà una festa!

Il Neuchâtel-Xamax ha iniziato il suo campionato in maniera ottimale, dopo quattro giornate si trova attualmente appaiato al primo posto di Challenge League con lo Zurigo, grazie a 10 punti conquistati.

AC BELLINZONA

Chi invece può sorridere è il Bellinzona, che ha buone possibilità di proseguire nel suo cammino. La squadra granata pensa in grande, e la speranza di superare il turno per poi affrontare un “peso massimo” al turno successivo, fà gola.

Il FC Conthey, sarà impegnato nel gruppo 1 di seconda lega interregionale a partire dalla prossima settimana.

FC LUGANO

Trasferta nel Giura Bernese per i boys di Andrea Manzo. Quì la situazione è l’opposta, la felicità nell’affrontare i Bianconeri è tutta dei Giurassiani, che potranno mettersi in mostra di fronte a quella squadra che appena pochi giorni or sono ha sconfitto il Sion. Partita delicata, più che altro pericolosa nel caso in cui non venga affrontata con la giusta determinazione, perché le figuraccie sono sempre dietro l’angolo.

Il FC Moutier, sarà impegnato nel gruppo 3 di seconda lega interregionale a partire dalla prossima settimana.

FC CHIASSO

Per finire il Chiasso, ospite del Dulliken nel Canton Soletta, che dovrà sfruttare questo “intermezzo” per mettere benzina nelle gambe e fare squadra. Il passaggio del turno contro una squadra di alcune categorie inferiore è certamente nelle corde dei Rossoblù, e la speranza del nuovo Chiasso è proprio quella di superare il turno per affrontare al “Riva IV” una squadra di un certo richiamo nei turni successivi.

Il FC Dulliken, sarà impegnato nel gruppo 5 di seconda lega interregionale a partire dalla prossima settimana.

LE ALTRE DI SUPER LEAGUE

Di seguito, gli accoppiamenti delle altre squadre di Super League:

SC Kriens (PL) – FC Thun (SL)

FC Black Stars (1L) – FC San Gallo (SL)

BSC Old Boys (PL) – Grasshopper (SL)

CS Romontois (2L) – FC Sion (SL)

FC Oberwallis Naters (1L) – FC Lucerna (SL)

SC Veltheim 1 (3L) – BSC Young Boys (SL)

FC Rapperswil-Jona (PL) – FC Basilea (SL)

Lancy FC (1L) – FC Losanna (SL)

Il FC Vaduz, come noto, non partecipa alla Coppa Svizzera, ma vincerà molto probabilmente a mani basse (come solito) la Coppa del Liechtenstein, garantendosi così il diritto di partecipare ai prossimi preliminari di Europa League.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here