VADUZ

football ball
  • Grippo 31′

1 : 5

football ball
  • 92′ Doumbia
  • 89′ Steffen
  • 42′ Elyounoussi
  • 19′ Delgado (R)
  • 4′ Janko

BASILEA

(clicca su “STATISTICHE PARTITA” per accedere alle statistiche della gara)

Lo si pensava sabato sera, ed ecco la conferma: “Il Basilea, certe partite, non le sbaglia”.

È la differenza tra un ottima squadra ed una vincente. I Renani, a scanso di equivoci, almeno a livello nazionale appartengono a questa seconda categoria, ed invero sono gli unici a farne parte.

A Vaduz, Urs Fischer, ha portato i suoi uomini per una passeggiata di piacere all’ombra del Castello di Vaduz, residenza ufficiale dei Principi del Liechtenstein.

Si è addirittura permesso il lusso di lasciare in panchina, fin’oltre l’ora di gioco, Bjarnason e Doumbia, che da par loro nel poco tempo avuto a disposizione sono pure riusciti ad abbellire il risultato finale con un assist (il primo) ed un gol (il secondo).

L’esito della sfida era ad ogni buon conto già definito nel primo tempo, quando 20 minuti sono bastati agli ospiti per far smorzare ogni qualsiasi speranza dei Principini.

Il Vaduz, da par suo, deve unicamente cancellare la brutta giornata e voltare pagina, perché la prossima si intitola “Cornaredo”, e recita “sfida salvezza”.

IL RILIEVO

La forza d’urto del Basilea. Nemmeno per un attimo hanno perso il controllo della partita, ed hanno lanciato un chiaro segnale alle avversarie… il campionato non lo snobbiamo nemmeno quest’anno!

vaduz basilea 2

Salva

Salva

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here