Sarebbe bello rivedere questa storica squadra del calcio Svizzero tornare a lottare ai vertici, ci viene invece da pensare che difficilmente ciò potrà accadere a breve termine.

L’ottimo Pier Tami dovrà lavorare molto sulla testa di giovani ragazzi che usano evidentemente la Svizzera unicamente quale trampolino di lancio, e cercare di mantenere alta la concentrazione per evitare un crollo come lo scorso anno. Perché siamo tuttavia convinti che tanto male non partiranno, poi trovare la continuità potrebbe diventare un problema.

PUNTO MERCATO:

Mercato intrigante quello delle Cavallette; persi Tarashaj e Dabbur (quando il Dio denaro ti porta addirittura in… Austria…); la dirigenza si è mossa con  astuzia mettendo sotto contratto la promessa Danese Andersen (dall’Ajax), l’Islandese Sigurjónsson e l’attaccante Munsy reduce da una buona stagione a Thun. Curiosità anche attorno a Lavanchy, che tanto bene ha fatto a Losanna.

Data la perdita di velocità dei due partenti di lusso nel girone di ritorno, sulla carta il Grasshopper sembra leggermente superiore.

PRONOSTICO:

Centro classifica, troppo forte per le candidate alla retrocessione ma troppo “debole” per puntare al podio.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here